Bonus vacanze 2020 per chi viaggia in Italia in estate: detrazioni nel decreto di aprile


Non è ancora chiaro quello che succederà nei prossimi mesi, quello che potremo fare o non fare in estate ma il Governo pare si stia muovendo, pensando anche al lavoro di migliaia di persone che quest’anno a causa del coronavirus, potrebbero perdere il lavoro. Capitolo vacanze: si potranno fare? Dove e quando? Non è dato al momento saperlo. Ma si pensa a un bonus : una sorta di detrazione per chi deciderà in estate 2020 di muoversi in Italia e viaggiare nel nostro paese. In realtà ci sembra inverosimile pensare che gli italiani avranno modo di viaggiare all’estero, visto che al 17 aprile, ancora la curva dei contagi è costante. Come ci sembra difficile pensare che il nostro paese sarà pronto da accogliere turisti ( del resto basta pensare a cosa sta succedendo ancora negli Usa o nel Regno Unito per capire quello che potrebbe essere il quadro dell’estate che sta per arrivare). In questi giorni gli esperti hanno fatto capire in modo abbastanza chiaro che si potrebbero avere delle vacanze ma all’insegna del turismo di prossimità: almeno per il mese di giugno sembrano essere esclusi viaggi tra regioni del Nord e regioni del Sud, questi si potrebbero forse sbloccare tra luglio e agosto. La soluzione poi potrebbe essere anche un’altra: viaggiare si ma nella propria regione, alla scoperta dei borghi, alla scoperta di posti diversi dal solito turismo di massa che, come potrete immaginare, sarà completamente vietato.

Ma torniamo al Bonus, come funziona il bonus vacanze che il Governo starebbe pensando nel decreto in approvazione in questi giorni?

BONUS VACANZE 2020: COME FUNZIONA LA DETRAZIONE E CHI PUO’ RICHIEDERLA

La misura al varo del Governo su proposta delle associazioni turistiche si basa su una detrazione fiscale fino a 325 euro per i lavoratori dipendenti e i professionisti. La detrazione non potrà essere richiesta da tutti, lo si potrà fare in base al reddito. Ci sono anche altre condizioni: il bonus vacanze 2020 sarebbe valido solo per villeggiature presso strutture ricettive in Italia, con un minimo di 3 notti di soggiorno.

L’ipotesi allo studio prevede che il bonus vacanze vada a lavoratori dipendenti e professionisti con un reddito compreso tra 7.500 e 26.000 euro.

La detrazione andrebbe in base ai componenti del nucleo familiare, quindi:

  • 100 euro (al massimo) senza componenti a carico;
  • 100 euro aggiuntivi per il primo componente;
  • 75 euro per il secondo componente a carico;
  • 50 euro per il terzo.

La cifra massima che si può detrarre quindi arriverebbe a 325 euro. Al momento questa proposta è in fase di studio, ma i tempi, come potrete immaginare, devono essere rapidi visto che si dovrà iniziare a capire come organizzarsi e anche le strutture ricettive, qualora abbiano la possibilità di farlo, devono essere pronte per la nuova fase.

Il bonus vacanze non riguarderebbe solo l’estate, anche perchè, come detto in precedenza, non è detto che tra luglio e agosto si possa viaggiare tra regioni diverse da quella dove si è residenti o comunque domiciliati. Il bonus vacanze pare sarà valido per vacanze prenotate dal primo giugno 2020 al 31 dicembre 2020.

Leggi altri articoli di Economia

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close