Pensioni 2021, novità e pagamenti di gennaio: facciamo il punto

pensioni 2021

Il capitolo dedicato alle pensioni 2021 è tra quelli che interessano maggiormente in contribuenti italiani che sono prossimi a salutare il mondo del lavoro. Ma quali sono le ultime news sulla Riforma Pensioni? Nessuna variazione prevista, almeno per il momento, per quanto riguarda l’età pensionabile: per poter fare richiesta per ottenere la pensione di vecchiaia, l’età minima resta fissata a 67 anni di età e 20 anni di contribuzione. Ma che cosa prevede nel dettaglio la nuova Legge di Bilancio decisa dallo Stato? Ecco alcune delle prime informazioni trapelate al riguardo.

Pensioni 2021, Opzione Donna e Ape Sociale

Tra le possibilità da sfruttare nel 2021 per andare in pensione resiste Opzione Donna che consente alle lavoratrici di andare in pensione a 58 anni per le dipendenti e 59 per le autonome purché si sia raggiunta la soglia dei 35 anni di contributi previdenziali. Sfruttare questa possibilità, però, significa anche accettare una riduzione dell’assegno pensionistico con tutto ciò che ne consegue. Anche l’Ape Sociale resta una opportunità da usare per andare in pensione. Non subirà modifiche nel 2021, dunque i requisiti resteranno gli stessi dell’anno che ci stiamo lasciando alle spalle (e questo ha portato anche malumori visto che ci aspettava una estensione di questa opzione anche ai disoccupati senza NASpi che invece resteranno esclusi).

Pensioni 2021, addio a Quota 100

Per quanto riguarda Quota 100, che prevede come limite di età pensionabile, 62 anni di età e 38 anni di anzianità di contribuzione, succederà quello che il Governo aveva già anticipato nei mesi scorsi. Rimarrà invariata per il periodo di sperimentazione e poi sarà cancellata perché considerata troppo onerosa per le casse dello Stato.

Pagamento pensioni gennaio 2021

Un altro argomento che interessa molti contribuenti è quello relativo al pagamento delle pensioni di gennaio 2021. E’ già stato fissato il calendario per il ritiro di quanto dovuto. E anche per il prossimo mese si seguirà l’ordine cronologico che vi riportiamo di seguito.

  • lunedì 28 dicembre potranno ritirare la pensione coloro il cui cognome inizia per A o B
  • martedì 29 dicembre potranno ritirare la pensione coloro il cui cognome inizia per C o D
  • mercoledì 30 dicembre potranno ritirare la pensione coloro il cui cognome ha lettera iniziare da E a K
  • giovedì 31 dicembre potranno ritirare la pensione coloro il cui cognome ha lettere iniziale da L a O
  • lunedì 4 gennaio potranno ritirare la pensione coloro il cui cognome inizia con lettera da P a R
  • martedì 5 gennaio potranno ritirare la pensione coloro il cui cognome ha lettera iniziale da S a Z

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.