Bonus smartphone cosa c’è da sapere: a chi spetta e come funziona

bonus smartphone

Oltre al tanto chiacchierato Cashback e alla lotteria degli scontrini, il Governo lancia anche un altro bonus che consente di avere per un anno un cellulare in comodato d’uso connesso ad Internet, con incluso l’abbonamento a due “organi di stampa” e l’app Io. Il Bonus smartphone, così si chiama questo speciale incentivo, sarà però erogato solo a coloro che rispetteranno i requisiti fissati. Scopriamo allora a chi spetta il Bonus smartphone, come funziona e come fare per richiederlo correttamente.

Bonus smartphone, a chi spetta

Il Bonus smartphone è pensato per chi vive in famiglie con un reddito Isee sotto i 20mila euro. Il beneficio è concesso ad un solo soggetto per nucleo familiare e vale per chi non è titolare di un contratto di connessione internet e di un contratto di telefonia mobile. Per usufruirne, però, occorre essere in possesso dello Spid per il tramite di Poste italiane o di altri identity provider abilitati.

Bonus smartphone, come funziona

Chi ha un Isee non superiore a 20mila euro per richiedere il cellulare dovrà prima aderire al Sistema pubblico d’identità digitale (Spid) che è possibile richiedere presso gli sportelli di Poste Italiane o a una delle aziende private certificate. Ricordiamo che l’identità SPID permette l’accesso a diversi servizi delle istituzioni, come quelli erogati dall’INPS e dai vari ministeri. Solo successivamente, una volta in possesso di un username e una password, si potrà fare richiesta ufficiale del bonus.

Lo smartphone sarà concesso in comodato gratuito per la durata di un anno con abbonamento a internet incluso. Il pacchetto prevederà anche l’abbonamento a due giornali. E prima della consegna, sullo smartphone sarà scaricata anche l’AppIO, quella che consente di accedere agli altri incentivi dello Stato, tra cui il Cashback (che consente di vedersi rimborsare il 10% sulle spese effettuate con carta, bancomat e applicazioni al raggiungimento della soglia minima fissata per gli acquisti).

Bonus smartphone, Disagi all’orizzonte?

Nonostante i requisiti che di fatto restringono la platea dei possibili beneficiari, il Bonus smartphone potrebbe non essere erogato a tutti gli aventi diritto. La spesa massima fissata dal Governo per questo bonus non potrà superare i 20 milioni di euro che corrisponde alla distribuzione di 200mila telefonini. La platea dei potenziali beneficiari, però, si aggira attorno a due milioni di famiglie: logico pensare che, se tutti gli aventi diritto faranno domanda, non ci saranno soldi sufficienti per erogare il bonus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.