Pensione luglio 2021: il calendario dei pagamenti

Pensione luglio 2021: il calendario dei pagamenti

La pensione di luglio 2021 sarà in pagamento da oggi 25 giugno 2021 e seguirà, come sempre negli ultimi mesi, uno scrupoloso ordine alfabetico. Questo per evitare che alle Poste si creino assembramenti in questa fase di gestione della pandemia dove tutto, per fortuna, sembra essere sotto controllo. Ma è vietato abbassare la guardia e allora, per evitare che si formino code e lunghe attese agli sportelli, l’idea di suddividere la riscossione delle pensioni in più giorni è ancora concreta e efficace.

Anche per il mese di luglio 2021, il pagamento della pensione sarà dunque anticipato. Già dalla settimana finale di giugno, insomma, si potrà “ritirare” quanto spetta. Scopriamo allora il calendario relativo al pagamento delle pensioni di luglio 2021.

Pensione luglio 2021: il calendario dei pagamenti

Come già detto, per riscuotere la pensione si seguirà l’ordine alfabetico deciso dall’Inps che erogherà a tutti coloro che si recheranno alle Poste la pensione. Nel dettaglio, ecco i vari scaglioni:

  • dalla A alla B venerdì 25 giugno
  • dalla C alla D sabato mattina 26 giugno
  • dalla E alla K lunedì 28 giugno
  • dalla L alla O martedì 29 giugno
  • dalla P alla R mercoledì 30 giugno
  • dalla S alla Z giovedì 1 luglio

Seguendo questo ordine, tutti potranno ricevere la pensione di luglio 2021 entro il primo giorno di luglio. L’ordine alfabetico non vale per chi invece ha scelto, come modalità di riscossione della pensione, quella che vede la somma accreditata sul conto corrente indicato. In tutti questi casi il pagamento della pensione di luglio 2021 sarà erogata giovedì 1° luglio proprio perché per queste persone è il primo giorno lavorativo del mese quello utile per riscuotere.

Pagamento pensioni luglio 2021: per gli Over 75 servizio a domicilio

Poste Italiane poi ricorda che coloro che hanno superato i 75 anni di età possono sfruttare la possibilità offerta durante la pandemia (e ancora valida tutt’oggi) di chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri. Questa possibilità può rivelarsi preziosa per tutti coloro che non hanno persone fidate che possono andare a riscuotere la pensione alle Poste al posto loro ma che, in questo modo, possono vedersi recapitare la cifra spettante in contanti direttamente a casa. Il servizio a domicilio per la pensione può poi essere utile anche per coloro che, per evitare di stare in mezzo alla gente, preferiscono restare a casa e aspettare l’arrivo delle Forze dell’Ordine.

Ricordiamo anche che con la pensione di luglio 2021, coloro che ne avranno diritto riceveranno anche il pagamento della quattordicesima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.