Serie A, Roma supera Chievo grazie a Perrotta

La Roma torna finalmente alla vittoria, dopo aver vinto solo una delle ultime quattro gare disputate in campionato. Vincenzo Montella decide di riconfermare Vucinic e Menez, nonostante lo screzio avuto in settimana con il francese, nel 4-2-3-1 con Totti unica punta e Perrotta sulla trequarti. In difesa spazio a Juan e Burdisso, con Cassetti e Riise esterni. Pioli, allenatore del Chievo, conferma il 4-3-1-2 con Bogliacino dietro a Moscardelli e Pellissier; con le novità di Cesar al fianco di Mandelli e Guana a centrocampo. La Roma parte subito forte portandosi in vantaggio già al 4′ con Perrotta: Guana rinvia sul piede di Totti, che scarica si De Rossi, il quale serve Perrotta che la mette dentro, per un gol decisamente troppo facile per i giallorossi, che mette la partita in discesa per i padroni di  casa. La Roma continua a creare gioco rendendosi pericolosa in diverse occasioni: al 14′ e al 17′ sempre Vucinic va vicino al gol del raddoppio, prima murato da Sorrentino e poi mettendo fuori di poco. Il Chievo, però, risponde prima con Constant e poi è lo stesso Juan che va a vuoto e mette in difficoltà il fischiatissimo Doni, che risponde con un grande intervento. La squadra di Montella continua ad attaccare, con Vucinic e Menez.

Il secondo tempo inizia con un Chievo molto più attivo, ma è sempre la Roma a gestire la partita e a creare le azioni più pericolose in fase offensiva con Vucinic, che va vicino al raddoppio al 60′, trovandosi di fronte un grande Sorrentino. Prima, però, un brivido per il portiere gialloblu: Menez ci prova da fuori e colpisce il palo.  La Roma si sveglia, restando l’unica squadra in campo, ma si trova di fronte un Sorrentino in grande spolvero che nega il gol prima a Vucinic in due occasioni e poi a Menez. Negli ultimi minuti c’è tempo per un ultimo brivido, con Brighi che da solo davanti al portiere avversario, la mette al lato. Anche se di misura, la Roma torna a vincere e si può tornare a respirare a Trigoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.