Il campione del mondo di Formula 1 è Sebastian Vettel

Doveva piovere ed ha piovuto. Doveva essere una gara ricca di emozioni e così è stato. Doveva essere una gara in cui la Ferrari non avrebbe dovuto sbagliare nulla e gli uomini del cavallino, inclusi i piloti ci hanno provato fino all’ultimo giro. Tutto questo non è bastato: Sebastian Vettel è campione del mondo per la terza volta. Ha 25 anni ed è un grande campione. Per Alonso sul podio oggi e secondo posto nella classifica iridata.Si parte subito con un’uscita di pista clamorosa: è quella di Sebastian Vettel che si ritrova dopo neppure una ventina di secondi dalla partenza al posto 22. Per lui la gara è tutta in salita ma il pilota della Red Bull non si perde d’animo e giro dopo giro sorpassa gli avversari portandosi fino al settimo posto. Alonso dal canto suo fa tutto quello che avrebbe potuto fare anche perchè le condizioni metereologiche non gli permettono di concedersi pazzie. A nove giri dalla fine Vettel ha il mondiale in mano, deve solo attendere la bandiera a scacchi e sperare che non ci siano cambiamenti. Un punto, solo un punto divide i due piloti. Uno è campione del mondo, l’altro è secondo.Un campione del mondo al foto finish- la situazione non cambia quando mancano cinque giri alla fine. Vettel continua nella sua gara, una gara forse perfetta visto tutto quello che gli è successo. L’uscita di pista al primo giro, la macchina danneggiata per tutta la gara, la radio rotta e un pit stop lunghissimo. Insomma nonostante tutto non cambia nulla e quando mancano due giri alla fine il campione del mondo è Sebastian Vettel. Non basta la doppietta alla Ferrari oggi, si gioisce ma non fino in fondo.

Gli italiani sono incollati al teleschermo sperando in un miracolo, un miracolo però che sembra non poter arrivare anche se è meglio aspettare fino all’ultimo secondo prima di dire che è finita in questo modo. Ultimo giro ultima emozione. Entra in pista la safety car e per tutti la gara si può dire finita. Posizioni congelate e per una mancita di punti, Fernando Alonso arriva secondo nella stagione 2011-2013.

Per la Ferrari la consolazione del secondo posto nella classifica costruttori dietro una straordinaria Red Bull.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.