L’Italia può essere ripescata ai Mondiali di Russia 2018? Le ipotesi


L’Italia può essere ripescata ai Mondiali di Russia 2018? Le ipotesi

L’Italia può essere ripescata ai Mondiali Russia 2018? E’ questa la domanda che gli italiani si stanno ponendo negli ultimi giorni. Abbiamo visto, lo scorso lunedì, la nostra squadra abbandonare l’idea di prendere parte ai Mondiali. Tante sono state la lacrime dei tifosi, ma anche quelli dei calciatori della squadra. In particolare, abbiamo visto Gianluigi Buffon completamente affranto per il risultato ottenuto. Ed ecco che, stando alle ultime notizie, si sta pensando al ripescaggio. Questo meccanismo è previsto dall’Articolo 7 del Regolamento della Fifa.

ITALIA FUORI DAI MONDIALI RUSSIA 2018 ULTIME NOTIZIE: IL REGOLAMENTO FIFA APRE LE SPERANZE DEL RIPESCAGGIO

Gli azzurri sono fuori dai Mondiali e il regolamento Fifa apre le porte per il ripescaggio dell’Italia. L’articolo 7 del Regolamento della Fifa prevede, infatti, la possibilità di essere ripescati, sotto la discrezione del Comitato organizzatore. Ma ciò può avvenire solo in caso di ritiro o esclusione di una delle squadre nazionali qualificate. Si tratta di una piccola speranza per l’Italia. Gli azzurri sono ufficialmente fuori dai Mondiali di Russia 2018. Una notizia che ha sconvolto tutti gli italiani, sebbene qualcuno sembrava essere già convinto di questo deludente risultato. Ventura è attualmente nel mirino dei tifosi, secondo i quali non avrebbe portato a termine l’obbiettivo.

Sappiamo che già alcuni giocatori hanno detto addio alla Nazionale.

Stiamo parlando di Barzagli, Buffon, De Rossi e, forse, Chiellini.

IPOTESI SUL RIPESCAGGIO DELL’ITALIA PER I MONDIALI RUSSIA 2018

Ma quante sono le possibilità di vedere la nostra squadra nel ripescaggio? Beh, davvero poche. Ciò potrebbe avvenire solo nel momento in cui una delle 32 squadre qualificate “si ritiri o sia esclusa dalla competizioni”. In questo caso, l’organismo calcistico internazionale potrebbe “decidere di sostituire la squadra eventualmente esclusa o ritirata con un’altra”. L’Italia potrebbe essere scelta. Ovviamente, a pochi mesi dall’inizio dei Mondiali Russia 2018 è davvero impossibile pensare a questa ipotesi. Ai tifosi toccherà accettare questo finale sconcertante degli azzurri. Vi sono, però, alcuni Paesi che hanno una situazione politica molto difficile. Questo potrebbe rappresentare un grande motivo di ritiro per una delle Nazionali qualificate. Sappiamo che per ora le squadre che fanno parte ufficialmente dei Mondiali Russia 2018: Brasile, Argentina, Polonia, Germania, Francia, Sviezzera, Portogallo, Spagna, Messico, Marocco, Croazia, Colombia, Uruguay, Wgitto, Arabia Saudita, Islanda, Senegal, Egitto, Costa Rica, Tunisia, Svezia, Iran, Serbia, Corea del Sud e Panama.

In passato vi sono già stati degli episodi di ripescaggio. Ricordiamo quello della Danimarca per gli Europei del 1992, quando fu esclusa la Jugoslavia.

L’Italia può essere ripescata ai Mondiali di Russia 2018? Le ipotesi ultima modifica: 2017-11-15T14:36:12+00:00 da rebecca

Leggi altri articoli di News Sport

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.:03370960795 - iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close