Incidente treno Pioltello: sono 3 le donne morte, arrivano i nomi mentre continuano i lavori dei Vigili del fuoco

Incidente ferroviario a Pioltello, in provincia di Milano. n nuovo disastro ferroviario, ancora delle vite da estrarre dalla lamiere in una Italia in cui ancora si muore a causa delle vergognose condizioni in cui viaggiano i treni con i quali, purtroppo, o per fortuna, dobbiamo andare a lavorare. Il treno Trenord 10452 proveniente da Cremona è deragliato alle 6:55 poco prima di arrivare alla stazione di Lambrate. Arrivano anche le prime notizie su quella che dovrebbe essere la dinamica dell’incidente. Si è parlato di diverse motivazioni e di diverse cause ma, stando alle ultime notizie date dai periti che hanno cercato di capire cosa sia successo, il convoglio sembra essere uscito dai binari due chilometri prima del palo dove poi, uno dei vagoni, si è schiantato. Il bilancio ufficiale è di almeno 3 donne morte (e non quattro come detto precedentemente), 5 feriti gravi e altri 41 contusi.

INCIDENTE PIOLTELLO ULTIME NOTIZIE TRENO DERAGLIATO IL 25 GENNAIO 2018: I NOMI DI TRE DELLE VITTIME-Sono tre donne le vittime del deragliamento di un convoglio di Trenord avvenuto giovedì mattina all’altezza di Seggiano di Pioltello (Milano). Sono Pierangela Tadini, 51enne originaria di Caravaggio in provincia di Bergamo, dove risulta residente; Giuseppina Pirri, 39 anni, di Cernusco sul Naviglio. La terza vittima è Ida Maddalena Milanesi, 61 anni, originaria di Caravaggio (Bergamo) e chirurgo dell’istituto neurologico Besta di Milano. Secondo le ultime notizie ci sarebbe anche una quarta persona morta, di cui al momento non si conosce l’identità. Le notizie per il momento sono molto confusionarie anche perchè sono diversi i pendolari feriti in modo grave che sono ricoverati in diversi ospedali di Milano. Purtroppo si teme che il bilancio possa crescere di più mentre i Vigili del fuoco sono ancora la lavoro per estrarre dalle lamiere dei vagoni coinvolti nell’incidente altre persone che hanno bisogno di immediato aiuto e soccorso. In merito a una quarta persona morta purtroppo non ci sono notizie e non è ancora chiaro se ci sia davvero una nuova vittima o se siano solo tre le persone che hanno perso la vita nel drammatico incidente di questa mattina. 

AGGIORNAMENTO- Al momento non ci sarebbero più persone a bordo del treno. La Procura di Milano ha aperto un’inchiesta con l’ipotesi di reato di disastro ferroviario colposo. A capo della squadra Usar (Urban Search And Rescue) dei vigili del fuoco sul posto c’è Carlo Cardinali, lo stesso funzionario che ha coordinato le squadre di soccorso a Rigopiano. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.