Andrea Rinaldi non ce l’ha fatta: muore a 19 anni

Non ci sono buone notizie, Andrea Rinaldi, non ce l’ha fatta. Di pochi minuti fa la notizia. Il giovane calciatore dell’Atalanta in prestito al Legnano, è morto all’età di 19 anni. Il ragazzo era ricoverato nel reparto di Rianimazione a causa di un aneurisma cerebrale che l’ha colpito mentre era impegnato in un allenamento individuale nella propria abitazione. Dopo il malessere avvertito in casa, sono arrivati subito i soccorsi: la corsa all’ospedale di Varese ma si era capito subito, purtroppo, che la situazione era molto grave. Proprio questa mattina, dopo il ricovero di venerdì, erano arrivate le notizie circa un aggravamento della sua situazione. E purtroppo pochi minuti fa la notizia del decesso.

ANDREA RINALDI NON CE L’HA FATTA: MUORE A SOLI 19 ANNI

Non riescono ancora a credere che tutto questo sia potuto accadere le persone che lo avevano sentito poco prima che stesse male. Sono state tante le testimonianze nelle ultime ore. Tutte persone che hanno voluto bene ad Andrea Rinaldi e hanno fatto il tifo per lui.

«Un ragazzo a cui tutti vogliono bene e che si fa voler bene», dice Giovanni Cusatis, allenatore del Legnano nell’intervista rilasciata alla Provincia di Como.

E ancora si legge sull’Eco di Bergamo, un’altra testimonianza. «Ci siamo sentiti qualche giorno fa, come d’abitudine chiamo tutti i ragazzi una volta a settimana, in questo periodo, per sentire come stanno. Stava bene – dice Cusatis – “Mister, mi ha trovato in tempo perché sto andando a fare l’allenamento giù in giardino”, mi ha detto. Telefonate che sono un modo per stare vicino ai ragazzi, in questo momento di difficoltà per tutti. Mi piace sentire come stanno loro mentalmente, se sta bene la famiglia, se nessuno ha problemi di Covid. Abbiamo scherzato e abbiamo avuto una chiacchierata generale, come si fa tra atleta e allenatore. Non mi ha accennato a nessun tipo di problema, era sorridente».

Nelle prossime ore probabilmente arriveranno maggiori notizie su quello che è successo in ospedale nelle ultime ore.

Da parte della nostra redazione le più sentite condoglianze alla famiglia di Andrea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.