Denise Pipitone ultime notizie: nella lettera anonima c’è il nome di Gaspare Ghaleb

Nella puntata di Chi l’ha visto in onda il 7 luglio 2021 si è parlato ancora una volta del caso Denise Pipitone. Ci sono tra l’altro delle novità importanti dalla Sicilia. La procura di Marsala infatti ha ascoltato nuovamente Gaspare Ghaleb, il ragazzo che nel 2004, nel periodo in cui venne sequestrata Denise, era il fidanzato di Gessica Pulizzi. Non sappiamo ancora quali siano stati i motivi di questa convocazione ma da anni, sono sotto gli occhi di tutti, le mille contraddizioni che il giovane all’epoca dei fatti ebbe. Sulle telefonate, sulle cose fatte quella mattina, e persino sul come aveva scoperto che Denise era scomparsa. E’ stato dimostrato più volte infatti che Ghaleb non raccontò la verità sul come aveva appreso della scomparsa della piccola Denise. Per non parlare poi del fatto che disse di aver dormito la mattina in cui la figlia di Piera Maggio veniva rapita, e di non aver sentito la Pulizzi. Tutte cose che sono state smentite nel tempo grazie a tabulati telefonici e altre testimonianze.

Ma non solo. Come hanno anche evidenziato i giornalisti di Chi l’ha visto nella puntata in onda il 7 luglio, la persona che ha raccontato in una lettera anonima di aver visto Denise, il primo settembre del 2004 in una macchina, insieme a tre altre persone, a Mazara del Vallo intorno alle 13,30, fa proprio il nome di Ghaleb. Il che ovviamente non significa nulla ma sono tutte circostanze da verificare.

Denise Pipitone ultime notizie: Gaspare Ghaleb di nuovo in procura

Ghaleb, assistito dall’avvocato Walter Marino, è stato sentito come testimone dopo che nel processo sulla scomparsa della bambina fu indagato e condannato per false informazioni a pubblico ministero.

Ghaleb, oggi 35enne, era tornato a parlare di recente, intervistato dalla trasmissione Quarto Grado: «Mi stanno facendo passare per un mostro .Io con la sparizione di Denise non c’entro nulla. Ho aiutato la polizia, mi sono prestato a fare delle domande dirette a Jessica in commissariato».

La persona che ha inviato la lettera anonima, descrive molto bene quello che ha visto e spiega che alla guida della vettura c’era proprio il tunisino, Gaspare Ghaleb.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.