17 anni senza Denise Pipitone: l’iniziativa di mamma Piera Maggio

Domani sarà un giorno importante, come tutti gli anni del resto, per la famiglia di Denise Pipitone. Purtroppo al momento non arrivano notizie positive dalle indagini. Non ci sono novità in questa storia, anche se sembrava che un paio di mesi fa, fossimo molto vicini a una svolta, svolta che però non c’è stata e di Denise, al momento, nessuna traccia. Mamma Piera Maggio e tutte le persone che le sono vicine, hanno deciso di proporre una iniziativa per far si che il giorno della scomparsa di Denise Pipitone non passi inosservato, in questo anniversario che ancora una volta, non riporterà la ragazza a casa. “Questa sera MARTEDÌ 31 AGOSTO, sul davanzale della propria finestra deponi una candela o un lumino. Fai una foto e postala sui social con l’hashtag” ha scritto mamma Piera Maggio sui social, invitando le tante persone che sono vicine alla sua famiglia da sempre, a farlo.

In questi ultimi mesi della scomparsa di Denise Pipitone si è molto parlato, sembrava davvero essere vicina una svolta, il lavoro delle forze dell’ordine però, almeno per il momento, non ha portato a nulla di significativo, anche se va avanti. Per mamma Piera arriva un altro anniversario senza nessuna notizia di sua figlia.

L’iniziativa e il messaggio di Piera Maggio sui social:

Il prossimo 1 Settembre sarà il 17esimo anniversario del rapimento di Denise Pipitone. Mazara del Vallo non dimentica e non vuole dimenticare! Per questo motivo desidero farmi promotore di una proposta: MARTEDÌ 31 AGOSTO sera invito tutti (mazaresi e non) a deporre sul davanzale della propria finestra un lumino o una candela e postarla sui social con l’hashtag #17annisenzaDenise. Per chi è credente, può unire a questo gesto anche una speciale intenzione di preghiera per Denise e la sua famiglia. È un semplice segnale che vuole fare da monito a tutti coloro che sanno e non parlano per paura. Ma vuole anche essere un momento di forte unità e di particolare vicinanza a Piera Maggio e Pietro Pulizzi, segnati da un dolore che dura ormai da troppo tempo. Condividiamo tutti e facciamo condividere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.