Ricette Pasqua 2011: prepariamo la Cuzzupa calabrese

Pasqua  2011 è alle porte quindi in ogni regione, se non addirittura paese si iniziano i preparativi dei fantastici dolci pasquali. Quella che vi propongo oggi è la ricetta per un dolce tipicamente pasquale della tradizione calabrese. Sto parlando della buonissima “cuzzupa”, che racchiude in sé oltre ad una lunghissima tradizione che si tramanda di madre in figlia, anche un messaggio di augurio per chi la riceve.

La “cuzzupa” rappresentava, una volta, il regalo di Pasqua, in tempi di guerra e siccome il cioccolato costava moltissimo e allora si creavano questi biscotti dolci di tante forme diverse, che i bambini aspettavano con ansia.

Ingredienti per la ricetta della  cuzzupa calabrese (dosi per 6/8 persone)

Uova: 6

Zucchero: 500 gr

Farina: 1 kg

Olio: 250 ml

Latte: 125 ml

Lievito: 2 bustine e mezza

Limone: 2

Ecco come prepararle:

Mettete le uova con lo zucchero in una ciotola e mescolate, poi aggiungete la scorza grattugiata di due limoni, il latte e l’olio, mescolate rapidamente e poi unite gradualmente la farina e il lievito setacciati insieme. Impastate bene fino ad avere un composto omogeneo.

Create i disegni delle “cuzzupe” per i vostri familiari inserendo una o più uova sode e facendo varie forme diverse come bambini, farfalle, colombe, cestini, ciambelle, vi potete sbizzarrire, poi metteteli in una teglia con la carta da forno, pennellate la superficie con un uovo con un po’ di zucchero e poi infornate a 180°C per 35 minuti.

Ogni “cuzzupa” può essere realizzata nella forma che più si desidera: di solito, si creano dei filoncini d’impasto, si sigillano le estremità e si aggiunge un uovo che deve essere fermato con delle strisce d’impasto più sottile.

Le cuzzupe vengono fatte per ogni membro della famiglia: secondo la tradizione, quella più grande sarà destinata al padre ed a seguire alla madre e ai figli.

Allora provate a cimentarvi nella preparazione delle gustosissime “cuzzupe”!

Giusy Cerminara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.