Ricette Pasqua 2011: la Pastiera napoletana

Pasqua 2011 si avvicina e continua il nostro tour alla ricerca delle ricette tipiche e delel tradizioni pasquali. Un dolce pasquale che in Campania  non può  mancare in questo periodo è la famosissima Pastiera.

Dietro questo dolce vi è una leggenda. Essa narra della sirena Partenope, la quale aveva deciso di vivere nel golfo di Napoli, tra Posillipo e il Vesuvio. In primavera allietava gli abitanti del posto con dolcissimi canti d’amore e di gioia. Si racconta che in una di queste occasioni la voce della sirena fu particolarmente melodiosa e soave, e gli abitanti ne rimasero talmente affascinati da volerle donare qualcosa di prezioso. Così sette fanciulle ebbero il compito di portare alla sirena Partenope i doni: la farina indicava la forza e la ricchezza della campagna; il grano rappresentava i due regni della natura; le uova simboleggiavano la vita che si rinnova; la ricotta era rappresentativa dell’omaggio dei pastori e delle pecorelle; l’essenza di fiori d’arancia indicava i profumi della terra; lo zucchero esprimeva la dolcezza del canto di Partenope; le spezie rappresentavano i popoli lontani. La sirena depose quindi i numerosi doni ai piedi degli Dei, i quali mescolarono tutti gli ingredienti dando vita alla pastiera, la quale era ancora più dolce del canto della sirena.

Data la ricchezza degli ingredienti, la pastiera di per sè potrebbe costituire un pasto, ma viene servita solo dopo il pranzo di Pasqua, quando oramai tutti noi abbiamo la pancia piena!

Ecco di seguito la ricetta per preparare questo buonissimo dolce.

Ingredienti (per 12 persone):

Impasto:

  • 700 g di grano cotto
  • 7 uova e 3 tuorli
  • 300 g di latte
  • 600 g di zucchero
  • 1 cucchiaio di burro o strutto
  • 700 g di ricotta
  • 1 bustina di vanillina
  • 2 fiale di fior d’arancio
  • 150 g di scorza di cedro e arancia canditi
  • cannella

Pasta frolla:

  • 500 g di farina
  • 200 g di zucchero
  • 200 g di burro
  • buccia di limone grattata
  • 3 uova

Preparazione:

Versate il grano in un tegame e aggiungeteci il latte e il burro (o strutto). Fate bollire e mescolate il tutto finchè non si formerà una crema. Fatela poi raffreddare, e dopo versatela in un recipiente, dove aggiungerete anche la ricotta, lo zucchero, le uova intere e i tuorli, la vanillina, le fiale di fior d’arancio e i canditi tagliati a cubetti. Frullate quindi il tutto fino ad ottenere un impasto liquido. Preparate la pasta frolla utilizzando farina, zucchero, burro, uova e buccia di limone, ma non lavoratela troppo. Dopodichè cospargete una teglia con il burro, e distendeteci la pasta frolla. Riempitela poi con l’impasto ottenuto in precedenza con il grano e gli altri ingredienti. Decorate quindi il tutto con strisce di pasta frolla avanzate. Fate cuocere il dolce in forno, precedentemente portato a 180 gradi. Appena la pastiera diventa bionda e l’impasto si è asciugato, spegnete il forno e lasciatela lì per circa un’ora, finchè non sarà tiepida. Quindi toglietela dal forno e spolveratela con zucchero e vaniglia a velo. La pastiera è ora pronta per essere servita.

Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.