Tette delle monache, il dolce visto oggi ne La prova del cuoco

Tette delle monache o sise delle monache, chiamate questi morbidi dolci come preferite ma ciò che conta è la ricetta. Se oggi 7 maggio 2015 avete seguito la puntata de La prova del cuoco dall’inizio non avrete perso il goloso e simpatico momento in cui Antonella Clerici nota un vassoio pieno delle tette delle monache. Chiede se sono i tipici dolci abruzzesi, ne assaggia uno e poi chiede spiegazioni sulla forma. La concorrente del Campanile Italiano spiega la curiosità ma non ci suggerisce la ricetta delle tette delle monache. Noi l’abbiamo scovata per voi, è la ricetta perfetta per ottenere questi dolci morbidi e buonissimi.

Ricette dolci da provare, clicca qui

Tette delle monache

Ingredienti: 60 g di zucchero a velo, 250 g di farina Africano mix che si trova al supermercato, 300 g di uova ovvero circa 5 uova medie

Preparazione: nella ciotola o nella planetaria versiamo lo zucchero a velo, le uova e la farina Africano mx e lavoriamo il tutto per 10 minuti a velocità media. Possiamo usare anche uno sbattitore elettrico. Otteniamo un compost spumoso, chiaro e ovviamente di volume maggiore rispetto all’inizio. Accendiamo il forno, impostiamo a 180° C statico.

Versiamo il composto in una sacca da pasticcere con il beccuccio medio largo. Foderiamo una teglia con la carta forno oppure utilizziamo i pirottini, meglio questi ultimi. Distribuiamo il composto e mettiamo in forno per 15 massimo 20 minuti, devono risultare asciutte e dorate. Se necessario abbassiamo a 150° C. Facciamo raffreddare fuori dal forno e farciamo con la crema che preferiamo, perfetta la crema pasticcera ma anche la chantilly con aggiunta di panna. Possiamo farcirle dividendole a metà. Completiamo con lo zucchero a velo e mettiamo in frigo. Ne La prova del cuoco sono state mostrate le tette delle monache composte da tre palline, ma realizzarle così è un po’ più complicato perché facilmente si sgonfierebbero.

3 responses to “Tette delle monache, il dolce visto oggi ne La prova del cuoco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.