Cartucce dolci di Antonio Catamo, le Ricette all’italiana

La ricetta delle cartucce è il dolce che Antonio Catamo ha suggerito nella cucina di Ricette all’italiana. E’ un dolce che ha origini napoletane ma è diventato un dolce anche salentino. Tanto burro, uova, zucchero, farina di mandorle e non solo ma la ricetta delle cartucce dolci di Ricette all’italiana è davvero molto semplice. Però per preparare le cartucce abbiamo bisogno degli stampini altrimenti saranno dei biscotti. Gli stampini di acciaio hanno la stessa forma, di cartuccia, l’impasto va all’interno ma protetto da una cartina. Seguiamo nel dettaglio la semplice ricetta di Antonio Catamo, ovviamente una ricetta dolce del bravissimo pasticcere pugliese. Non perdete questa e le altre golose Ricette all’italiana in cucina con Davide Mengacci. 

LA RICETTA DELLE CARTUCCE DI ANTONIO CATAMO DA RICETTE ALL’ITALIANA 

Ingredienti per circa 50 cartucce: 300 g di zucchero, 150 g di burro, 150 g di uova, 100 g di farina, 150 g di farina di mandorle

Preparazione: sul banco di lavoro lavoriamo il burro freddo a pezzetti con lo zucchero, poi aggiungiamo le uova, impastiamo bene e uniamo la farina. Continuiamo ad impastare e uniamo adesso la farina di mandorle e completiamo l’impasto. Se abbiamo la planetaria la utilizziamo per ottenere un composto davvero perfetto altrimenti procediamo con lavoro di gomito.

Facciamo riposare minimo 2 ore. Versiamo il composto nella sacca da pasticcere. Abbiamo bisogno degli stampini che hanno la forma di cartuccia. All’interno degli stampini mettiamo le cartine che avvolgiamo a forma di cartuccia. Dividiamo il composto negli stampini, l’impasto crescerà durante la cottura e le cartucce usciranno fuori dallo stampo.
Mettiamo in forno a 150 gradi per 45 minuti. Togliamo dal forno, eliminiamo gli stampini in acciaio e intorno ai dolcetti resteranno le cartine. Disponiamo le cartucce in piedi sul vassoio. Avremo dei dolcetti perfetti per la colazione, per la merenda, per un buffet goloso per grandi e bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.