La torta salentina da Ricette all’italiana: il dolce che si conserva 60 giorni

L’ingrediente principale della torta salentina proposta da Antonio Catamo per Ricette all’italiana è la confettura di fichi. E’ una torta speciale perché si conserva per ben 60 giorni, quindi è molto apprezzata anche da chi l’acquista in vacanza nel Salento per farla poi gustare agli amici al ritorno a casa. Nella cucina di Ricette all’italiana con Davide Mengacci c’è Antonio Catamo che con pochi passaggi mostra come si prepara la torta con burro, zucchero, farina, mandorle, uova e un bel po’ di confettura di fichi. Scopriamo nel dettaglio la ricetta della torta salentina di Antonio Catamo per Ricette all’italiana.

RICETTE ALL’ITALIANA DEL 3 NOVEMBRE 2020 – LA RICETTA DELLA TORTA SALENTINA

Ingredienti per la torta salentina: 100 g di burro, 100 g di zucchero a velo, 90 g di farina, 100 g di uova (circa 3), 200 g di mandorle tritate e confettura di fichi

Preparazione: nella ciotola iniziamo lavorando con le mani il burro a dadini e freddo con lo zucchero a velo, otteniamo la cremina a cui uniamo le uova intere, più o meno sono tre ma pesiamole. Lavoriamo fino a incorporare tutto e poi aggiungiamo la farina, mescoliamo bene e aggiungiamo le mandorle tritate bene. Mescoliamo il tutto, dobbiamo ottenere un composto omogeneo. 
Versiamo il composto nella sacca da pasticcere. Formiamo nello stampo la base della torta. Antonio aggiunge un po’ di farina spolverata nello stampo. Al centro della base della torta aggiungiamo la confettura di fichi, un bel po’ ben spalmata su tutta la base. Procediamo con un altro strato sempre con l’aiuto della sacca. Completiamo con delle mandorle senza pelle e con la buccia, se vogliamo vanno bene anche le lamelle di mandorle. Mettiamo in forno a 180 gradi per 50 minuti. Bagniamo la torta con il liquore all’amaretto e possiamo poi sformare la torta e gustarla subito o dopo giorni e giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.