La ricetta del buccellato di Fabio Potenzano, il dolce di Natale dalla Sicilia per E’ sempre mezzogiorno

Da provare per il Natale la ricetta del buccellato di Fabio Potenzano. E’ una delle ricette E’ sempre mezzogiorno per il Natale. Possiamo fare un buccellato intero, tipo ciambella ripiena o possiamo fare dei piccoli buccellati. Seguiamo nel dettaglio tutti i passaggi per questa ricetta dolce di Natale di Potenzano e avremo un ottimo risultato. Il ripieno è molto ricco ma semplice da fare, la pasta frolla è quella classica. La decorazione mostrata è molto semplice, basta usare la frutta candita e un po’ di granella di pistacchio. Serviamo a tavola il dolce intero, sarà bellissimo. Ecco come si fa il buccellato siciliano, il dolce di oggi 16 dicembre 2020 di E’ sempre mezzogiorno.

RICETTE E’ SEMPRE MEZZOGIORNO PER IL NATALE – LA RICETTA DEL BUCCELLATO DI FABIO POTENZANO

Ingredienti: li troviamo nelle foto in basso

Preparazione: facciamo la pasta frolla come fatto per la cassata al forno (che trovate in basso), molto semplice. Il ripieno è molto ricco e si inizia. Sbollentiamo in acqua i fichi secchi, qualche minuto, il tempo di ammorbidirli, scoliamo e bagniamo con il Marsala, lasciamo riposare tutta la notte. Iniziamo quindi questo dolce il giorno prima. Scoliamo il giorno dopo.

Usiamo il tritacarne e maciniamo i fichi. Maciniamo allo stesso modo la zucca e il mandarino, versiamo nella ciotola e qui aggiungiamo anche arancia, e cedro canditi a pezzettini. Uniamo anche nocciole, mandorle e noci tritati grossolane, uvetta ammollata, le gocce di cioccolato, le spezie (cannella, noce moscata, scorza di agrumi grattugiata). Mescoliamo il tutto. Ogni famiglia ha la sua tradizione per questo dolce, quindi possono cambiare gli ingredienti ma fichi e frutta secca sono sempre presenti. Meglio se prepariamo anche il ripieno il giorno prima, possiamo lasciare anche a temperatura ambiente, non è necessario mettere in frigo. 

Il ripieno deve essere di più come peso rispetto alla pasta frolla, quindi ben ricco.

Stendiamo la frolla e abbiamo un lungo rettangolo un po’ spesso, un po’ come la sfoglia che fa la nonna papera. Farciamo al centro con il ripieno e chiudiamo bene, abbiamo un rotolo ripieno. La chiusura la lasciamo sotto. Tagliamo le estremità e così riusciamo ad unirle e abbiamo un cerchio. Disponiamo il cerchio sulla teglia foderata con la carta forno, sistemiamo bene il cerchio. Pizzichiamo tutto il bordo facendo uscire l’aria ma anche decorando il dolce, possiamo anche usare la forchetta. 
Spennelliamo con l’uovo sbattuto il dolce e spolveriamo con un po’ di zucchero semolato. Mettiamo in forno a 170 – 180 gradi per 20 – 25 minuti. Lucidiamo con la gelatina usando un pennello, decoriamo con la frutta candita e granella di pistacchio. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.