Bavarese al mandarino e panpepato di zia Cri, la ricetta dolce per Capodanno

La ricetta della bavarese al mandarino e panpepato è il dolce di zia Cri di oggi 29 dicembre 2020 per il Capodanno. Il dolce che può augurarci un anno diverso, migliore di questo che sta andando via. Zia Cri ha scelto la bavarese in monoporzione per le ricette E’ sempre mezzogiorno ma possiamo preparare anche una bavarese grande. Il gusto è al mandarino ma è soprattutto la decorazione che è deliziosa e ci vede impegnati in cucina con fettine di mandarino a essiccare, spicchi di mandarino pelati a vivo, ribes, un po’ di verde e un po’ di rosso. Non perdete questa e le altre ricette per Capodanno. Dopo le ricette di Natale ecco cosa preparare per le altre feste. 

RICETTE E’ SEMPRE MEZZOGIORNO DI ZIA CRI – LA RICETTA DELLA BAVARESE AL MANDARINO E PANPEPATO

Ingredienti: li trovate nelle foto in basso

Preparazione: scaldiamo il succo di mandarino con le bucce di mandarino senza la parte bianca. 
A parte uniamo lo zucchero con i tuorli e lavoriamo con la frusta. 

Mettiamo la gelatina in ammollo in acqua fredda. Montiamo la panna senza zucchero ma non deve essere nemmeno completamente montata. 

Nella ciotola con lo zucchero versiamo il succo scaldato, mescoliamo e poi filtriamo eliminando le scorze di mandarino. Rimettiamo il tutto sul fuoco, non dobbiamo fare bollire ma portare a 82 gradi. Basta controllare con il cucchiaio perché deve leggermente velare. Aggiungiamo quindi la gelatina che fredda blocca la cottura. Versiamo tutto nella ciotola adagiata in un’altra piena di ghiaccio, deve raffreddare il prima possibile. Aggiungiamo poi la panna montata. Versiamo il composto dividendoli negli stampini. La scelta è di fare le monoporzioni ma possiamo anche fare un’unica bavarese. Mettiamo nel congelatore 3 ore almeno, se prepariamo il dolce il giorno prima è meglio. 

Abbiamo il panpepato o il panforte, tagliamo a pezzettini con il coltello.

Decoriamo le monoporzioni con fettine di mandarino essiccate, spicchi di mandarino pelati a vivo, ribes e un po’ di verde. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.