La ricetta del biancomangiare, il dolce di Giusina

La ricetta del dolce biancomangiare è una delle ricette di Giusina più facili e golose, è una vera bontà siciliana, un dolce che la giornalista palermitana adora. Preparato con i classici biscotti secchi, con una crema di latte fatta con soli tre ingredienti, in più si completa con granella di pistacchi, scaglie di cioccolato fondente, granella di mandorle tostate e cannella in polvere. Se vogliamo possiamo evitare uno di questi ingredienti. Non perdete questa e le altre ricette di Giusina in cucina, le ricette facili, veloci, golose che possiamo preparare tutti. Il biancomangiare è davvero il dolce che si prepara in pochissimo tempo ma va poi messo in frigo, va gustato freddo. Non perdete questa e le altre ricette di Giusina. 

RICETTE GIUSINA IN CUCINA – LA RICETTA DEL BIANCOMANGIARE

Ingredienti: 1 l di latte, 100 g di amido per dolci, 120 g di zucchero, pistacchi tritati, cannella, mandorle tostate tritate, 500 g di scaglie di cioccolato, caffè e 300 g di biscotti secchi 

Preparazione: nella pentola stemperiamo l’amido con un po’ di latte freddo in modo da fare sciogliere i grumi, mescoliamo con la frusta a mano e aggiungiamo poi il resto del latte, lo zucchero, mescoliamo sempre con la frusta e mettiamo sul fuoco fino a raggiungere la densità desiderata. La crema al latte è pronta. Facciamo raffreddare. 

Prepariamo il caffè e lo diluiamo con l’acqua. Versiamo un po’ di crema nel contenitore scelto per il dolce. 

Passiamo i biscotti secchi nel caffè allungato. Disponiamo i biscotti sulla base del contenitore, facciamo un primo strato e proseguiamo con gli altri biscotti e altra crema. Completiamo con la granella di pistacchio e la granella di mandorle tostate ma anche scaglie di cioccolato e anche un po’ di cannella in polvere. Se non ci piace uno di questi ingredienti possiamo evitarlo. Mettiamo in frigo coperto con la pellicola. Serviamo a quadrotti il delizioso e semplice dolce siciliano. 

Vuoi leggere altre ricette come questa?

SCOPRI IL CANALE TELEGRAM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.