Crispelle catanesi, la ricetta dolce di Giusina in cucina

Crispelle catanesi, la ricetta di Giusina in cucina, un dolce siciliano che è a base di riso ma c’è anche la farina. E’ un dolce che deve lievitare, seguiamo la ricetta di queste crispelle che sono un dolce siciliano caratteristico nel giorno di San Giuseppe, per la festa del papà. E’ però così buono che si trovano sempre nei bar e nelle pasticcerie, quindi non ci resta che organizzarci con l’impasto che deve anche lievitare. Le crispelle siciliane mostrate da Giusina in cucina sono dolci fritti. Crispelle catanesi da provare e da gustare quando vogliamo. Catania e le crispelle fritte e dorate, la prima da visitare, le seconde da gustare. 

RICETTE GIUSINA IN CUCINA – CRISPELLE CATANESI

Ingredienti: 300 g di riso arborio, 1 l di latte. 300 g di farina, 100 g di zucchero semolato, la scorza di 1 limone, la scorza di 1 arancia, un pizzico di sale, 1 cucchiaino di cannella, 15 g di lievito di bitta, miele di acacia, zucchero a velo, bacca di vaniglia, olio di semi per friggere

Preparazione: versiamo nella pentola il latte, un pizzico di sale, il riso  e cuociamo fino a quando il riso assorbe tutto il latte. Facciamo poi intiepidire o meglio ancora raffreddare, versiamo nella ciotola e aggiungiamo la scorza di arancia e di limone grattugiate, aggiungiamo un pizzico di cannella. Se vogliamo la cannella la possiamo aggiungere nel latte quando il riso è in cottura. Uniamo anche la vaniglia, va benissimo metà della bacca di vaniglia.

Sciogliamo il lievito nel latte, versiamo nella ciotola, uniamo anche zucchero e farina e possiamo impastare il tutto. Se l’impasto è troppo duro possiamo aggiungere un po’ di latte. Facciamo lievitare 2 ore coperto con la pellicola o con un canovaccio. 

Versiamo sul tavolo e con l’aiuto di un po’ di farina creiamo dei salamini che tagliamo come biscotti, tutti della stessa grandezza.

Scaldiamo in padella abbondante olio e facciamo scaldare a 160° C. Friggiamo le crispelle catanesi, le facciamo ben dorare, scoliamo su carta da cucina e poi togliamo la carta e facciamo colare sopra un po’ di miele, completiamo con lo zucchero a velo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.