Ricette Luisanna Messeri: gli gnocchi ortolani

La prima ricetta di oggi mercoledì 20 aprile 2016 da La prova del cuoco è di Luisanna Messeri, gli gnocchi ortolani, un primo piatto ottimo, una ricetta primaverile da provare subito. Con zucchine, carote, piselli, basilico, limone, caprino, cipollotto fresco, erba cipollina, pinoli, asparagi e così via, tutti ingredienti che rendono speciale questi gnocchi dell’orto o ortolani. In pochi minuti Luisanna Messeri e Antonella Clerici preparano gli gnocchi ortolani e il risultato è davvero gustoso. Ecco la ricetta per fare gli gnocchi ortolani di oggi di Luisanna Messeri da La prova del cuoco del mercoledì.

Altre ricette La prova del cuoco, clicca qui

Gnocchi ortolani

Ingredienti: mezzo chilo di carote con ciuffo,1 chilo di patate, 1 tuorlo d’uovo, 150 g di amido di mais. Per condire – 500 g di piselli freschi col baccello, 500 g di asparagi, 2 zucchine verdi, 1 cipollina fresca, basilico, menta, erba cipollina, 1 limone bio, caprino fresco, pepe nero, semi di girasole, olio, sale, pepe, pinoli

Preparazione: lessiamo le patate, schiacciamo da calde, uniamo la farina, l’amido di mais, il tuorlo e le carote grattugiate. Impastiamo bene il tutto e otteniamo i bastoncini che tagliamo a tocchetti ottenendo gli gnocchi tutti della stessa misura. Passiamo gli gnocchi sul piano rigato.

Facciamo bollire l’acqua in pentola, saliamo e sbollentiamo le verdure, zucchine a bastoncini, gli asparagi a fettine, i piselli. In padella invece facciamo rosolare con un bel po’ di olio il cipollotto tagliato sottile. Scoliamo le verdure appena sbollentate e facciamo saltare direttamente in padella. Tostiamo i pinoli e i semi di girasole in un’altra padella senza aggiungere altro. Nella padella con le verdure aggiungiamo un po’ di erba cipollina, sale, pepe, basilico. Cuociamo gli gnocchi in acqua bollente salata, scoliamo e condiamo con le verdurine, completiamo con erba cipollina, caprino a pezzetti, pepe, scorza di limone. Possiamo cuocere gli gnocchi nell’acqua in cui abbiamo lessato le verdure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.