Daniele Persegani prepara i marubini, la ricetta La prova del cuoco oggi 28 gennaio 2020

Sono sempre più numerose le nuove ricette La prova del cuoco e oggi 28 gennaio 2020 Daniele Persegani ci ha suggerito la ricetta dei marubini, un primo piatto facile da fare. Dobbiamo però preparare la sfoglia, i marubini è pasta ripiena con ricotta e mortadella. Infatti a La prova del cuoco oggi la sfida tra Persegani e Alessandra Spisni è sulla mortadella. Marubini contro sfilzini, due ricette molto diverse ma entrambe golose, da provare se vi piace la mortadella. DI seguito la ricetta completa di Persegani per fare i marubini, i suoi ravioli con la ricotta e la mortadella. Davvero insolito vedere in cucina su Rai 1 Persegani che prepara la sfoglia per la sua pasta e la Spisni che invece non usa il matterello ma pensa a una ricetta diversa da un primo piatto. Non perdete le altre ricette La prova del cuoco.

LA RICETTA DI PERSEGANI DEI MARUBINI – LA RICETTA DEL PRIMO PIATTO LA PROVA DEL CUOCO

Ingredienti per i marubini di Persegani – Per la sfoglia: 300 g di farina, 3 uova – per il ripieno: 200 g di mortadella, 100 g di ricotta, 50 g di formaggio grattugiato, noce moscata – Per il condimento: 40 g di capperi dissalati, 200 ml di latte, burro, farina, sale, pepe e prezzemolo

Preparazione: iniziamo subito dalla sfoglia e impastiamo la farina con le uova, abbiamo un panetto liscio e omogeneo che facciamo riposare. Tritiamo intanto la mortadella tagliata a dadini, aggiungiamo la ricotta e il formaggio grattugiato e mescoliamo bene, aggiungiamo anche la noce moscata. Tiriamo la sfoglia, disponiamo una parte del ripieno a intervalli regolari e chiudiamo formando così i marubini.

Nella padella antiaderente facciamo sciogliere una noce di burro, aggiungiamo i capperi tritati, un cucchiaio di farina e il latte. Cuociamo la pasta in acqua bollente e salata, scoliamo e condiamo con la salsa ai capperi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.