La ricetta dei taralli di Fulvio Marino, la diretta con Federico Quaranta

Un’altra deliziosa diretta Instagram di Fulvio Marino che questa volta ci ha suggerito la ricetta dei taralli. Con lui anche Federico Quaranta, una coppia perfetta di bravura e simpatia. Come sempre Fulvio Marino suggerisce le farine giuste, gli ingredienti migliori e per fare i taralli in casa usa la buratto. Date un’occhiata al profilo Instagram di Marino per scoprire quali farine acquistare per ottenere il massimo da ricette come queste. tante le ricette che Fulvio marino suggerisce ogni giorno sui social, dalla pizza alla focaccia, con o senza lievito ma anche pane fatto in casa, dolci, biscotti e ciambelloni. Ecco la ricetta per fare i tararalli.

LA RICETTA DEI TARALLI DI FULVIO MARINO – LA RICETTA IN DIRETTA INSTAGRAM CON FEDERICO QUARANTA

Ingredienti: 200 g di buratto, 40 g di vino bianco, 40 g di acqua, 60 g di olio di oliva, 2 g di lievito fresco (facoltativo), 4 g di sale

Preparazione: impastiamo tutti gli ingredienti, quindi la farina, il vino bianco, l’acqua, l’olio di oliva, il sale e se vogliamo possiamo aggiungere anche il lievito fresco. Otteniamo un impasto dalla consistenza un po’ più morbida della pasta all’uovo. facciamo riposare 10 minuti a temperatura ambiente.

Facciamo poi un filone e da questo tagliamo delle piccole strisce del peso di circa 10 o 15 grammi. Allunghiamo e diamo la forma classica del tarallo ma facciamo attenzione a chiudere be tutti i taralli.

Versiamo l’acqua in una pentola e poco prima del bollore versiamo dentro i taralli. Sono pronti quando salgono a galla. Con delicatezza li disponiamo sulla teglia e mettiamo in forno statico a 200 gradi. Posizioniamo la teglia subito sopra la metà del forno. Facciamo raffreddare e controlliamo che siano ben cotti. Abbiamo un delizioso snack che possiamo conservare per più giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.