Crespelle ripiene, le ricette Detto Fatto per Natale

La ricetta delle crespelle ripiene Detto Fatto per le ricette di Natale, per i primi piatti golosi di Simone Finetti che possiamo preparare in anticipo ma lo chef lo propone anche come antipasto. Le crepes le possiamo preparare dietetiche e senza glutine oppure procedere con la ricetta classica. Il ripieno è semplice ma le verdure vanno prima pulite, poi lessate, passate in acqua fredda e ripassate in padella. La ricetta non è veloce ma per il Natale possiamo fare questo ed altro, per la famiglia, per la golosità di tutti. La ricetta di Natale Detto Fatto con le crepes ripiene di verdura e ricotta e servite con la crema di zabaione e pecorino è di certo da non perdere. 

RICETTA DETTO FATTO 17 DICEMBRE 2020: CRESPELLE RIPIENE DI NATALE

Ingredienti – Per le crepes: 30 g di composto per crepes Tisanoreica, 80 ml di acqua (qui la ricetta delle crepes classiche)

Per il ripieno: 150 g di ricotta di pecora, 100 g di spinacini freschi, un cespo di bietole, un cespo di cicoria, 1 spicchio di aglio, sale, pepe, olio di oliva

Per la crema zabaione e pecorino: 80 g di pecorino grattugiato, 3 tuorli, 1 bicchiere di latte, 3 cucchiai di brodo di pollo, pepe q.b.

Preparazione: mescoliamo il composto con l’acqua, ma se vogliamo fare le classiche crepes seguiamo un’altra ricetta base. Cuociamo le crepes in padella ben calda su ambo i lati.

Puliamo le verdure e sbollentiamo in acqua calda, scoliamo e passiamo in acqua fredda col ghiaccio. 

Scoliamo e strizziamo le verdure, tritiamo e le saltiamo in padella tutte insieme con olio, sale, pepe, aglio. Togliamo l’aglio, facciamo raffreddare e mettiamo nella ciotola con la ricotta.

Mettiamo in forno a 180/200 gradi per circa 12 minuti. 

Passiamo alla crema: a bagnomaria frustiamo i tre tuorli con il latte e con il brodo di pollo ma facciamo attenzione frustiamo sempre e l’acqua sotto non deve mai bollire ma resta sempre sui 90 gradi. Completiamo con il pepe e il formaggio grattugiato. 

Serviamo le crepes ben calde facendo colare la crema salata. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.