La prova del cuoco oggi si cucina pizza “se lallero” con Marco Rufini il 23 novembre 2018


La prova del cuoco oggi si cucina pizza “se lallero” con Marco Rufini il 23 novembre 2018

Non è venerdì senza pizza e anche oggi Marco Rufini è stato protagonista de La prova del cuoco. Nella puntata in onda il 23 novembre 2018, Rufini ha preparato una delle sue pizze originalissime. Il nome della pizza di oggi è Pizza “Se Lallero”. 

Tra i consigli per la ricetta dell’impasto di questa pizza: mettere sempre il sale alla fine, aiuta il nostro impasto a essere più buono nella fase successiva della preparazione, quella durante la quale lo stenderemo. Altro consiglio: mettere prima la pizza sul fondo del forno, per la prima cottura e poi portare invece sopra. La pizza se lallero è  base di puntarelle, alici, crema di gorgonzola e per finire una riduzione dolce da leccarsi i baffi. 

RICETTE LA PROVA DEL CUOCO OGGI 23 NOVEMBRE 2018: PREPARIAMO PIZZA SE LALLERO CON I CONSIGLI DI MARCO RUFINI 

Ecco gli ingredienti che ci servono per la preparazione di questa ottima pizza: 

Gli ingredienti per preparare il nostro impasto: 1 kg di Farina “0” 700 g d’Acqua fredda 3 g di Lievito di Birra secco 27 g Sale fino

INGREDIENTI per la farcita
1 kg di Pomodori pelati San Marzano
400 g di Puntarelle
300 g di Gorgonzola dolce
200 ml di Panna liquida
400 g di Alici sotto sale
500 ml di Vino rosso
100 g di Zucchero
1 cucchiaino di Miele
2 foglie di Alloro

 
Preparare l’impasto con la farina e il lievito pre-mescolato.
Aggiungere una parte dell’acqua fredda subito e la restante acqua a filo, fino ad incorporarla tutta.
Aggiungere il sale e chiude l’impasto, lasciandolo riposare in una ciotola chiusa ermeticamente la prima mezz’ora a temperatura ambiente e circa 20 ore in frigorifero.
Dopo la maturazione ottenuta, preparare i panetti desiderati e li lascia lievitare fino al raddoppio.

Stendere la pasta nella teglia, condirla con il pomodoro e cuocerla in forno preriscaldato al massimo della temperatura per i primi 10 minuti sul fondo e gli ultimi 5 a tre quarti del forno.

Ecco l’aspetto della pizza dopo la cottura in forno

E adesso andiamo avanti con la preparazione della pizza se lallero

Preparare la fonduta del gorgonzola a fuoco lento con la panna, fino a che non si addensa e lasciarla raffreddare mescolando di tanto in tanto.
Per preparare la riduzione di cesanese mettere sul fuoco lo zucchero per farlo caramellare, poi aggiungere il cesanese, la foglia d’alloro, un cucchiaino di miele e lasciare restringere.
Prendere le alici sotto sale, pulirle e lasciarle su un piatto, pulire le puntarelle e condirle con olio e sale.
Tagliare la pizza a tranci e assembla i vari ingredienti.

Prima le puntarelle, poi le alici, poi la crema di gorgonzola e per finire la riduzione.

La prova del cuoco oggi si cucina pizza “se lallero” con Marco Rufini il 23 novembre 2018 ultima modifica: 2018-11-23T12:56:24+00:00 da Giorgia

Leggi altri articoli di Le Ricette in TV

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.:03370960795 - iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close