La ricetta della cotoletta alla milanese di Anna Moroni da Ricette all’Italiana

Si resta ancora in Lombardia nella cucina di Ricette all’Italiana. Ieri abbiamo visto Anna Moroni preparare una ricetta tipica del Nord, del pavese, la zuppa pavese appunto, e oggi invece si va a Milano. La ricetta della puntata di oggi 3 dicembre 2019 è quella della cotoletta alla milanese. Che ne dite? Avete mai provato a preparare in casa una vera cotoletta alla milanese? Non ci resta che seguire i consigli di Anna per portare in tavola questa delizia. Mettiamoci all’opera!

ANNA MORONI PREPARA LA RICETTA DELLA COTOLETTA ALLA MILANESE

Ed ecco gli ingredienti per preparare questa buonissima ricetta della cotoletta alla milanese:

2 costolette di vitella, 10 fette di pancarrè, 200 g burro chiarificato, 1 uovo, 200 g pomodorini, 100 g rucola, olio evo

La scelta della carne è fondamentale per la preparazione di una cotoletta alla milanese perfetta. Infatti dobbiamo comprare delle costolette di vitella con l’osso, solo questa è la vera cotoletta alla milanese.

Iniziamo quindi dalla nostra carne, prendiamo le costolette e le incidiamo leggermente sui bordi, in modo che non si arriccino in cottura, e le battiamo con il batticarne, in modo da renderle sottili.

Mettiamo il pancarrè in un mixer e frulliamo fino ad ottenere un trito fine. E adesso prendiamo l’uovo e lo sbattiamo, saliamo. Prendiamo le nostre costolette e le passiamo prima nell’uovo e poi nel pancarrè tritato che abbiamo preparato in precedenza. Per assicurarci che aderisca per bene, pressiamo con le mani assicurandoci una buona aderenza.

Sciogliamo parte del burro in padella e mettiamo a friggere la cotoletta, fino a renderla dorata sui due lati. Se serve, aggiungiamo il burro rimasto. Asciughiamo su carta assorbente e serviamo con pomodorini e rucola conditi con olio e sale. La nostra cotoletta alla milanese con la ricetta di Anna Moroni è servita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.