Graffe con crema alle nocciole da Quel che passa il convento: la golosa ricetta

In questi giorni di reclusione forzata, una delle poche cose che possiamo fare, spesa permettendo, è cucinare! E anche chi non aveva mai tempo per mettersi ai fornelli, approfittando di questo periodo di riposo forzato, ha scelto di cimentarsi con delle ricette. A differenza di quanto succedeva un mesetto fa però, in questo periodo, molti dei programmi di cucina non stanno andando in onda ( pensiamo a La prova del cuoco in pausa da quasi in mese, pensiamo a Detto Fatto con le sue ricette facili e buonissime). Nessuna ricetta di Samya da Mattino 5…Insomma le ricette ci mancano davvero. Ma ci sono anche altri programmi televisivi che regalano consigli di cucina. E da Tv2000 arrivano altre ricette molto semplici alla portata di tutti. Da una delle ultime puntate di Quel che passa il convento ecco la ricetta delle graffe con crema alla nocciola. Perfette da fare per la merenda dei bambini. Che ne dite?

Vi ricordiamo che nella nostra sezione dedicata alla cucina potrete trovare migliaia di ricette per preparare primi, secondi, contorni, dolci…Insomma di tutto di più!

GRAFFE CON CREMA ALLE NOCCIOLE: LA RICETTA


Ingredienti:
500 gr Farina
Mezzo bicchiere di Latte
Mezzo bicchiere Olio di Semi
1 Uovo
100 gr Zucchero
150 gr Burro
25 gr Lievito di Birra fresco
Crema alle Nocciole e zucchero per finire

Preparazione. Iniziamo con la preparazione delle nostre gaffe, prima l’impasto chiaramente!
Preparate l’impasto con farina, uova, latte, zucchero e olio. Impastate tutto facendo poi delle palline oppure delle ciambelle. Lasciate lievitare per due ore e poi friggete. Dopo la frittura adagiamo su dei fogli di carta assorbente. Si possono riempire con crema alle nocciole o lasciare semplici. Passatele infine nello zucchero e buon appetito!

Che ne dite di queste graffe? Sembrano davvero buonissime.

QUI UNA RICETTA SALATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.