Il calzone ripieno di Gino Sorbillo, la ricetta che lo rende sexy a La prova del cuoco

Mentre Gino Sorbillo spiegava la sua ricetta del calzone ripieno al forno a La prova del cuoco Elisa Isoardi lo ha riempito di complimenti: sexy quando stende la pasta per la pizza e anche quando taglia la mozzarella. Sorbillo ha ringraziato, chissà se è la prima volta che gli fanno questi complimenti mentre prepara il su calzone ripieno con mozzarella e salame. Torniamo alla ricetta La prova del cuoco di oggi, una vera golosità non solo per chi ama la pizza ma per tutti. Impossibile resistere al calzone di Sorbillo, a una delle ricette La prova che ci mancherà tantissimo dopo la chiusura. 

LE RICETTE DI GINO SORBILLO – LA RICETTA DEL CALZONE RIPIENO AL FORNO

Ingredienti: 750 g di farina, 500 g di acqua, 25 g di sale, 2 g di lievito

Per il ripieno: 500 g di ricotta, 500 g di mozzarella, 300 g di salame a fette o a dadini, 300 g di pomodori pelati, olio di oliva, sale e pepe q.b.

Preparazione: come sempre Sorbillo scioglie prima il lievito nell’acqua, pochissimo lievito, poi aggiunge un po’ della farina, mescola e attende mezz’ora. Aggiungiamo poi il resto della farina e il sale, iniziamo a impastare ottenendo un composto liscio. Dobbiamo lavorare l’impasto per circa 15 minuti o anche di più ma non facciamo indurire il composto.

Facciamo i panetti da 250 g e lasciamo lievitare 8 ore a temperatura ambiente poi possiamo stendere i panetti dando una forma tonda, come la pizza.

Farciamo il calzone con la ricotta che possiamo lavorare con un goccio di acqua, aggiungiamo il salame a dadini o a fettine, la mozzarella strappata a mano. Chiudiamo il calzone schiacciamo bene sui bordi, ripieghiamo oppure usiamo i rebbi della forchetta per sigillare. Sul calzone aggiungiamo un cucchiaio di passata di pomodoro o anche di più, pepe, un filo di olio e mettiamo in forno al massimo della temperatura nella parte bassa, 10 minuti o anche meno e posizioniamo la teglia al centro del forno per altri 10 minuti circa. Controlliamo la cottura. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.