Imbrecciata dalle Ricette all’italiana di Anna Moroni

La ricetta dell’imbrecciata di Anna Moroni, un insieme di cereali preparati per Ricette all’italiana oggi 23 luglio 2020. Una zuppa di cereali e legumi, c’è davvero di tutto dentro, orzo, farro, mais, lenticchie, fagioli e ceci, ovviamente è un piatto unico. Anna Moroni lo serbe con l’aggiunta di pane tostato, abbiamo così un piatto a cui non manca nulla. Dalle nuove Ricette all’italiana sempre consigli preziosi e la ricetta di oggi dell’imbrecciata è un altro piatto umbro, una ricetta che ad Anna Moroni ricorda la sua infanzia. Ecco come si prepara l’imbrecciata, la zuppa di cereali e legumi di oggi di Ricette all’italiana.

RICETTE ALL’ITALIANA DI ANNA MORONI – COME SI FA L’IMBRECCIATA CON I CEREALI E I LEGUMI

Preparazione: facciamo un brodo vegetale con sedano, carota e cipolla a pezzi, che togliamo. Abbiamo così il brodo in cui lessiamo il farro e l’orzo. Facciamo cuocere il tempo necessario. Scoliamo e teniamo da parte.
Passiamo al soffritto: mettiamo in pentola un filo di olio di oliva, aggiungiamo il lardo a pezzettini piccoli piccoli, sedano, carota e cipolla tritati, uno spicchio di aglio che poi togliamo e la maggiorana. Facciamo ben scaldare. Aggiungiamo la salsa di pomodoro e lasciamo andare. Aggiungiamo poi anche i ceci già lessati, un po’ di pepe appena macinato e i fagioli lessati, lasciamo andare. Aggiungiamo poi anche le fave, daranno consistenza al tutto.

Teniamo sempre il brodo caldo, potrebbe servirci. Anna Moroni ricorda che non va mai aggiunto qualcosa di freddo a un composto in cottura.

Aggiungiamo anche l’orzo e il farro lessati e ben scolati. Se notiamo che il tutto è un po’ troppo chiaro possiamo aggiungere altra passata di pomodoro o anche l’estratto di conserva. Aggiungiamo anche il mais già pronto e solo alla fine le lenticchie. Saliamo, mescoliamo, facciamo insaporire e l’imbrecciata è pronta.

Facciamo tostare le fette di pane in padella. Serviamo l’imbrecciata con le fette di pane tostate. Completiamo con un po’ di maggiorana e un filo di olio di oliva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.