La ricetta del baccalà alla perugina di Anna Moroni

Anna Moroni è presa dalle ricette umbre e oggi 23 luglio 2020 a Ricette all’italiana ha proposto la ricetta del baccalà alla perugina. E’ un secondo piatto con cui continua ad insegnare ad Annabruna di Iorio come si cucina. Una ricetta tipica perugina davvero semplice, basta avere il baccalà giusto e in poco tempo il piatto di Anna Moroni di oggi è pronto. Un soffritto classico, un po’ di vino bianco, la polpa di pomodoro ma anche pinoli e prugne secche denocciolate. Non dimentichiamo il prezzemolo che Anna Moroni aggiunge in tre tempi. Ed ecco dalle nuove Ricette all’italiana come si prepara il baccalà alla perugina. La maestra in cucina di Rete 4 spiega anche perché in Umbria si mangia il pane sciocco, senza sale. E’ un’abitudine che è rimasta da quando il Papa mise sul sale una tassa salatissima.

RICETTE ANNA MORONI – LA RICETTA DEL BACCALA’ ALLA PERUGINA

Preparazione: facciamo un soffritto di sedano carota e cipolla, dobbiamo tagliarli molto sottili, a dadini molto piccoli. Versiamo un po’ di olio nella padella grande e aggiungiamo il trito appena preparato, facciamo soffriggere, anzi solo sudare. Aggiungiamo il prezzemolo tritato. Se vogliamo possiamo anche mettere il coperchio sulla padella.

Abbiamo il baccalà a cui togliamo la pelle, tagliamo a cubotti il pesce e aggiungiamo nella padella, facciamo insaporire e poi giriamo il pesce, facciamo un po’ rosolare. Sfumiamo con il vino, alziamo la fiamma e facciamo evaporare. 


Adesso possiamo aggiungere la passata di pomodoro, uniamo anche le prugne denocciolate e a pezzi e i pinoli. Facciamo andare e solo dopo aggiungiamo il prezzemolo tritato. Completiamo la cottura ed è pronto. Serviamo il baccalà alla perugina, una porzione abbondante, come suggerisce la maestra in cucina. Appuntamento a domani con la scafata di fave, un’altra ricetta umbra per il pubblico di Rete 4 e per voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.