Ricette Benedetta Parodi: costine di agnello alle prugne con cavolfiore alla curcuma

Una ricetta che va dal Piemonte all’Oriente quella di Benedetta Parodi vista nella puntata di Senti chi mangia del 28 settembre 2020. Cosa bolle oggi in pentola? Dalla cucina di La7 arriva la ricetta delle costine di agnello alle prugne con cavolfiore alla curcuma gratinato. Che ne dite di questo piatto visto nel nuovo programma di La7? Vediamo insieme come si prepara.

Consigliato sicuramente a chi ama il cavolfiore e anche i sapori e gli abbinamenti molto particolari visti gli ingredienti che Benedetta ha deciso di recuperare oggi.

RICETTE BENEDETTA PARODI: COSTOLETTE DI AGNELLO ALLE PRUGNE CON CAVOLFIORE GRATINATO

Iniziamo quindi con la lista degli ingredienti:

  • 300 gr cavolfiore
  • olio qb
  • sale qb
  • pepe qb
  • curcuma in polvere qb 
  • 3/4 costine di agnello
  • aglio qb
  • olio qb
  • 2 prugne
  • vino bianco per sfumare

E adesso mettiamoci all’opera, passando alla ricetta.

Iniziamo dalla preparazione dei cavolfiori: riduceteli in cime eliminando la parte centrale. Condite le cime con olio evo, sale, pepe e curcuma. Gratinate in forno ventilato 180° per circa 30 minuti. 

E adesso ci occupiamo dell’agnello: tagliate le costine di agnello e strofinatele con aglio e olio. Scottatele in padella molto calda con del rosmarino e uno spicchio d’aglio. Aggiustate di sapore e tenetele in caldo.

Nella stessa padella, togliendo gli aromi usati in precedenza, deglassate i succhi di cottura con del vino bianco e lasciate evaporare. Aggiungete le prugne tagliate a spicchi eliminando il nocciolo. 

Cuocete per qualche minuto. Aggiungete di nuovo le costine e portatele a cottura nell’intingolo. In un bel piatto da portata mettiamo insieme un paio di costolette, decorando anche con le prugne e il cavolfiore alla curcuma. Sarà un piatto anche bello da vedere visti i colori.

QUI UN’ALTRA RICETTA DI BENEDETTA PARODI

Che ne dite quindi di questa ricetta di Benedetta Parodi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.