Baccalà mantecato con polenta: una ricetta di Anna Moroni

Mogliano Veneto protagonista della puntata di Ricette all’Italiana di oggi 12 novembre 2020 e continua il viaggio del programma di Rete 4 alla scoperta delle terre venete! Posti magici da scoprire che hanno anche una tradizione culinaria importante. E ovviamente tra le ricette tipiche c’è quella del baccalà. Oggi Anna Moroni prepara la sua versione: arriva il baccalà mantecato con la polenta, prima ricetta della puntata di oggi di Ricette all’Italiana.

Vi diciamo già che questa ricetta è semplicissima, di quelle che si preparano davvero in pochi minuti per un semplice motivo. Anna Moroni ha usato della polenta già pronta. Chiaramente, qualora vogliate prepararla in casa, i tempi di preparazione, saranno maggiori.

Ma vediamo come si prepara la ricetta del baccalà mantecato con la polenta, iniziando dalla lista degli ingredienti e poi passando ai passaggi fondamentali per preparare questo piatto.

LA RICETTA DEL BACCALA’ MANTECATO CON POLENTA

Ecco la ricetta degli ingredienti: 250 g di baccalà ammollato, 125 g di latte intero, mezzo bicchiere di olio di semi, acqua qb, estratto naturale di aglio, estratto naturale di cannella, 4 dischi di polenta pronta, prezzemolo tritato, sale 

E adesso iniziamo la preparazione del piatto. Per prima cosa prendiamo i nostri dischi di polenta già pronta e li grigliamo su una piastra ( potrebbe essere un metodo perfetto anche per recuperare della polenta che ci è avanzata).  Prendiamo il baccalà ammollato, lo tagliamo a pezzetti e lo mettiamo a cuocere in un pentolino con acqua e latte unendo anche estratto naturale di aglio e di cannella. A questo punto mettiamo nel nostro frullatore a immersione e uniamo anche olio di semi e olio di oliva.

Prendiamo un piatto da portata e disponiamo sopra i nostri dischi di polenta. Facciamo delle chenelle di baccalà, aiutandoci con un cucchiaino e poi finiamo con del prezzemolo fresco. Il nostro piatto è servito.

Per chi si fosse perso la ricetta delle alici di Anna Moroni, eccola per voi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.