Ricette Fulvio Marino, rosse di pizza per E’ sempre mezzogiorno

Come ogni giorno le ricette di Fulvio Marino ci regalano un nuovo modo per fare il pane e oggi 20 novembre 2020 la ricetta delle rose di pizza o rose di pane per E’ sempre mezzogiorno è da copiare. Prepariamo l’impasto seguendo tutti i consigli di Fulvio Marino: mai il sale con il lievito, mai aggiungere subito tutta l’acqua e l’olio va messo sempre alla fine. Passo dopo passo otteniamo un impasto perfetto e queste rose di pizza farcite con pomodoro, mozzarella prosciutto cotto o ciò che vogliamo saranno davvero soffici. Tre lievitazioni per il risultato perfetto, morbido, goloso. Ecco la ricetta di Fulvio Marino per le rose di pizza di oggi da E’ sempre mezzogiorno.

LA RICETTA DELLE ROSE DI PIZZA, ROSE DI PANE DI FULVIO MARINO 

Ingredienti: 600 g di acqua fredda, 500 g di farina buratto tipo 2, 500 g di farina di farro bianco, 100 g di olio evo, 12 g di lievito di birra fresco, 22 g di sale 

400g di mozzarella, 300 g di passata di pomodoro, 300 g di prosciutto cotto e basilico fresco

Preparazione: nella ciotola versiamo le due farine, aggiungiamo il lievito sbriciolato, 550 g di acqua, impastiamo. Aggiungiamo poi il sale, il resto dell’acqua, proseguiamo impastando e poi alla fine aggiungiamo l’olio di oliva, completiamo l’impasto e facciamo lievitare 2 ore.

Versiamo l’impasto sul banco infarinato, allarghiamo creando un rettangolo un po’ spesso, lo facciamo con le mani. Spalmiamo sul rettangolo il pomodoro, aggiungiamo le fette di prosciutto cotto, le fette di mozzarella, il basilico, un filo di olio di oliva, basilico. 
Arrotoliamo dalla parte lunga e tagliamo a pezzi. Disponiamo nella teglia tonda foderata, disponiamo le rosette in piedi. Facciamo lievitare nel forno. In pratica accendiamo il forno a 200 gradi e appena arrivata a temperatura la lievitazione è avvenuta. Togliamo dal forno e condiamo con sale e olio, mettiamo in forno a 250 gradi statico per circa 20 minuti. I primi 10 minuti nella parte bassa del forno e gli ultimi 10 nella parte centrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.