Fulvio Marino: ricetta del pane degli otto giorni, il pane cafone

pane cafone è sempre mezzogiorno

La ricetta del pane cafone di Fulvio Marino, il pane degli otto giorni per le ricette E’ sempre mezzogiorno. Puntata del 4 novembre 2021 e il pane di Fulvio Marino di oggi è da provare, buonissimo e in più dura otto giorni, possiamo conservarlo davvero a lungo. E’ un pane da preparare ovviamente con qualche passaggio in più. Facciamo prima il preimpasto, facciamo lievitare, poi prepariamo l’impasto, lasciamo tutta una notte in frigo e il giorno dopo proseguiamo con le pezzature e poi la vera lievitazione e la cottura. Il risultato è molto goloso, basta guardare la foto. Non perdete questa e le altre ricette di Fulvio Marino per fare in casa dell’ottimo pane come questo pane cafone, pane napoletano buonissimo.

Ricette Fulvio Marino – pane cafone E’ sempre mezzogiorno

Ingredienti – per il preimpasto: 300 g di farina tipo 0, 300 g di acqua, 5 g di lievito di birra 
per l’impasto: 700 g di farina tipo 2, 3 g di lievito di birra, 450 g di acqua, 20 g di sale, 20 g di olio evo

Preparazione: nella ciotola versiamo la farina 0 per il preimpasto e aggiungiamo l’acqua, il lievito di birra sbriciolato, impastiamo ma non a lungo e facciamo lievitare coperto a temperatura ambiente per circa 4 ore.

Poi in un’altra ciotola versiamo la farina tipo 2 per l’impasto, aggiungiamo il preimpasto lievitato, il lievito di birra sbriciolato e quasi tutta l’acqua. Impastiamo e aggiungiamo il sale e il resto dell’acqua. Impastiamo e completiamo con l’olio di oliva che facciamo ben incorporare. Copriamo la ciotola e mettiamo in frigo per 10 ore.

Versiamo l’impasto sul tavolo e dividiamo in due filoni, facciamo le pieghe e disponiamo nei cestini infarinati con le pieghe rivolte verso l’alto. Copriamo e lasciamo a temperatura ambiente per almeno 3 ore. Versiamo i filoni sulla carta forno e mettiamo in forno 35 minuti a 250°. Come sempre Fulvio Marino rende il pane molto goloso, non solo servito a fette ma anche farcito con salame, formaggio e verdure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.