Ricette Zia Cri: spiedini alla mortadella

spiedoni alla petroniana

Tra le nuove ricette di Zia Cri da E’ sempre mezzogiorno la ricetta degli spiedini alla mortadella, gli spiedoni alla petroniana. Un piatto ottimo questi spiedini di Zia Cri con mortadella, formaggio Asiago e lombo di maiale che passiamo nella besciamella, nella farina e poi nell’uovo sbattuto e nel pane grattugiato, ma non friggiamo, mettiamo nel freezer e non è ancora finita la ricetta. Il tutto però è molto semplice come tutte le ricette di Zia Cri. Avremo golosi spiedini di mortadella e formaggio da fare gustare a tutti, grandi e bambini. Ecco la ricetta E’ sempre mezzogiorno di Zia Cri.

Ricette Zia Cri E’ sempre mezzogiorno – Spiedini alla mortadella

Ingredienti per gli spiedini: 200 g di mortadella, 200 g di lombo di maiale, 200 g di asiago, 2 uova, 200 g di pangrattato, 1 l di olio di semi per friggere
per la besciamella: 500 ml di latte, 40 g di burro, 40 g di farina, 30 g di formaggio grattugiato, sale e pepe
per terminare: insalata mista 

Preparazione: per la besciamella mettiamo il burro nella pentola, facciamo sciogliere, aggiungiamo la farina, mescoliamo e facciamo cuocere il tempo che prende un po’ di colore, uniamo il latte, mescoliamo e a fiamma bassa portiamo a bollore, togliamo dal fuoco e aggiungiamo il formaggio grattugiato, sale e pepe, facciamo intiepidire.

Tagliamo carne di maiale a pezzettoni, facciamo rosolare in padella con un pochino di olio, ma non cuociamo del tutto.

Facciamo gli spiedini inserendo un pezzetto di maiale, uno di mortadella, uno di formaggio asiago. Passiamo gli spiedini nella besciamella e poi nella farina, adesso nelle uova sbattute e poi nel pane grattugiato. Disponiamo gli spiedini su un contenitore adatto e mettiamo nel congelatore coperto per 1 ora minimo. Passiamo poi gli spiedini ancora una volta nell’uovo e nel pane grattugiato. Friggiamo in olio profondo e caldo, si devono ben dorare. Serviamo con un’insalatina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.