Valeria Raciti cucina il coniglio in agrodolce, ricetta La prova del cuoco

ricette valeria raciti

Dalle nuove ricette La prova del cuoco oggi 5 dicembre 2019 la ricetta di Valeria Raciti per fare il coniglio in agrodolce, un secondo piatto perfetto anche per le feste in arrivo, una ricetta della domenica perché il coniglio va messo prima nella marinatura e lasciato lì tutta la notte, ma in frigo. Pochi passaggi ma una preparazione un po’ lunga perché c’è un bel po’ di attesa per marinare il coniglio prima di mettere tutto a cuocere. Più padelle, vari aromi e il risultato del coniglio in agrodolce di Valeria Raciti sarà perfetto. Seguiamo nel dettaglio ingredienti e passaggi per fare il coniglio in agrodolce con la ricetta La prova del cuoco e poi buon appetito a tutti!

LA RICETTA DEL CONIGLIO IN AGRODOLCE DI VALERIA RACITI – RICETTE LA PROVA DEL CUOCO

Ingredienti coniglio La prova del cuoco: 1,2 Kg coniglio a pezzi, 30 g uvetta, 30 g pinoli, 12 olive verdi in salamoia, 2 carote, 2 cipolle, 2 coste di sedano, 2 spicchi d’aglio, 2 foglie di alloro, 2 cc zucchero, 1 c miele, mezzo bicchiere di vino rosso, mezzo bicchiere di aceto di vino, mosto cotto, noce moscata, olio evo, sale – Marinatura: 1 l vino rosso, 5 bacche di ginepro, 3 foglie alloro, 1 mazzetto di erbe aromatiche, mezzo bicchiere di aceto di vino, pepe nero, sale

Preparazione coniglio in agrodolce La prova del cuoco: nella ciotola mettiamo il coniglio e lo copriamo con il vino rosso, un pochino di aceto e aggiungiamo il mazzetto di aromi fatto con salvia, rosmarino e alloro, uniamo anche sale, pepe nero e bacche di ginepro. Copriamo la ciotola con la pellicola e facciamo macerare per tutta una notte in frigo.

In un tegame facciamo andare un po’ di olio con due spicchi di aglio, aggiungiamo il coniglio ben sgocciolato, a fiamma vivace e facciamo rosolare su tutti i lati il coniglio. In un’altra padella intanto facciamo andare in un’altra padella le verdure, cipolla, sedano e carota, con un filo di olio. Il coniglio sarà ben dorato e uniamo le verdure cotte a parte, sfumiamo con il vino, fiamma bassa e uniamo uvetta ammollata, olive denocciolate, un cucchiaio di mosto, noce moscata e sale. Copriamo e facciamo cuocere 40 minuti, uniamo adesso le frattaglie, facciamo cuocere a fiamma vivace 15 minuti, si deve asciugare un po’.

A parte uniamo lo zucchero con il miele e l’aceto rosso, aggiungiamo al coniglio e facciamo caramellare pochi minuti a fiamma alta. Solo a fine cottura uniamo i pinoli tostati e serviamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.