Ali di pollo fritte, la ricetta di Simone Finetti

Dalle ricette Detto Fatto le ali di pollo fritte, la ricetta di Simone Finetti. Un secondo piatto di pollo a cui Finetti aggiunge i carciofi spadellati e anche una crema di carciofi fatta con gli scarti e con una patata. In realtà la crema di carciofi non ci fa impazzire, molto più buoni i carciofi a fette cotti in padella ma potremmo ricrederci magari provando la ricetta Detto Fatto completa. Non perdete la ricetta di oggi 9 marzo 2021 di Simone Finetti per le ali di pollo fritte con contorno di carciofi e crema di carciofi. Alla prossima ricetta Detto Fatto. 

RICETTE DETTO FATTO OGGI 9 MARZO 2021 – LA RICETTA DELLE ALI DI POLLO FRITTE DI SIMONE FINETTI

Ingredienti: 100 g di grissini sbriciolati, 6 ali di pollo, 1 uovo, farina q.b., olio di semi di arachidi q.b.

Per il contorno: 3 carciofi, 1 limone, 1 patata, mezzo bicchiere di vino bianco, sale, pepe, aglio, menta e tarassaco q.b.

Preparazione: rigiriamo la carne dell’aletta scoprendo l’osso se vogliamo una preparazione più carina da vedere ma possiamo anche procedere con la ricetta lasciando le alette di pollo così come sono. 

per una panatura perfetta passiamo le ali di pollo prima nella farina e poi nell’uovo e infine nei grissini tritati. Friggiamo le ali di pollo in olio di semi di arachidi profondo. 

Puliamo i carciofi, eliminiamo le foglie dure, li mettiamo in ammollo in acqua e succo di limone per non farli annerire. Tagliamo poi i carciofi a fette. Facciamo andare un po’ di olio in padella con l’aglio in camicia, aggiungiamo poi i carciofi e facciamo insaporire, sfumiamo con il vino bianco. Cuociamo per circa 8 minuti aggiungendo alla fine della mentuccia fresca.

In un’altra padella cuociamo gli scarti del carciofo con una patata, saliamo, aggiungiamo il vino bianco, aglio, menta e tarassaco, aggiungiamo di continuo l’acqua fino a cottura. Frulliamo il tutto con il mixer a immersione, saliamo e abbiamo una crema.

Serviamo le alette fritte con la crema di carciofi e i carciofi saltati in padella. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.