Fegato alla veneta, la ricetta di Zia Cri

La ricetta del fegato alla veneta di Zia Cri è il secondo piatto E’ sempre mezzogiorno di oggi 31 maggio 2021. E’ una ricetta molto semplice, il fegato è ricco di ferro ma ha anche un altro contenuto di colesterolo e molta vitamina A. Quindi utile soprattutto per i bambini e per chi ha molta carenza di ferro. Si consiglia di aggiungere la vitamina C, quindi succo di limone per fare assorbire meglio il fegato. Sono i consigli della dottoressa Evelina Flachi che non dobbiamo perdere. La ricetta con il fegato di Zia Cri di oggi è da provare, è il fegato con le cipolle. Le cipolle contengono fibre e poi controllano il colesterolo, quindi questa ricetta è un’ottima combinazione. Fegato e cipolle, in mezz’ora è tutto pronto. Non perdete questa e le altre ricette di Zia Cri, questa e le altre ricette E’ sempre mezzogiorno di oggi. 

RICETTE E’ SEMPRE MEZZOGIORNO DI ZIA CRI – FEGATO ALLA VENETA

Ingredienti: li trovate nelle foto in basso

Preparazione: tagliamo la cipolla a fettine e mettiamo in padella con due foglie di alloro e un po’ di burro, facciamo andare anche 20 minuti aggiungendo un po’ di acqua e aceto bianco, facciamo quindi stufare.

In un’altra padella burro, olio e salvia, facciamo sciogliere e insaporire. Tagliamo il fegato a striscioline e tamponiamo con un po’ di carta. Passiamo nella farina ma senza esagerare. Mettiamo nella padella con burro e olio ben caldi e abbondanti, facciamo rosolare. Il fegato deve cuocere poco perché altrimenti diventa molto duro. Quindi, attenzione deve essere cotto ma non stracotto. Saliamo e sfumiamo con il vino dopo averlo ben rosolato. Aggiungiamo le cipolle ben stufate con tutto il sughetto, facciamo insaporire.

Completiamo con il prezzemolo fresco tritato e crostoni di pane bruschettato. Da gustare caldo, perfetto in inverno con la polenta. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.