Fritto del Golfo con maionese è la ricetta di Ivano Ricchebono

Altra ottima ricetta E’ sempre mezzogiorno di oggi 20 settembre 2021, la ricetta del fritto di pesce di Ivano Ricchebono, il fritto del golfo. Una frittura fatta con il pesce di paranza, con i gamberi, con i totani, con i calamari, con le acciughe, con ciò che vogliamo. E’ la maionese verde che possiamo provare subito ma non è detto che venga bene, solo che ci sembra che il tutto sia un po’ troppo grasso, un po’ pesante. Non perdete questa e le altre ricette di Ivano Ricchebono, la ricetta del fritto di pesce di oggi. Ecco quali pesci comprare e come proseguire per un ottimo fritto fatto in casa.

La ricetta di Ivano Ricchebono per il fritto del golfo

Ingredienti: 4 gamberi, 2 calamari, 2 totani, 1 kg di pesce di paranza, 3 l di olio di semi di girasole, 200 g di farina 00, 100 g di acciughe fresche

Per la maionese: 2 mazzetti di basilico, mezzo litro di olio di semi di arachide, 2 tuorli, 1 uovo, sale, pepe, aceto di mele, succo di limone

Preparazione: puliamo il pesce ma possiamo anche farci aiutare dal pescivendolo. Tagliamo a strisce e anelli i totani e i calamari, li passiamo nella farina, facciamo ben aderire poi eliminiamo l’eccesso.

Puliamo i gamberi, passiamo nella farina ma possiamo anche evitarla, va bene lo stesso. Puliamo le acciughe e il resto del pesce di paranza, passiamo nella farina e sempre togliendo poi l’eccesso altrimenti si brucia in padella.

Friggiamo tutto il pesce in olio profondo e ben caldo. I gamberi li cuociamo molto velocemente, solo due minuti possono bastare. E’ sempre meglio cuocere i vari pesci separati. Scoliamo su carta da cucina.

Passiamo alla maionese e nel bicchiere alto versiamo i tuorli e l’uovo intero, a filo l’olio e il basilico, montiamo il tutto con il mixer a immersione e solo dopo aggiungiamo un pochino di aceto di mele, succo di limone, pepe e sale e completiamo.
Serviamo la frittura con questa maionese speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.