Sleeptexting, quando i sonnambuli mandano sms

Sapevate che c’è una categoria di sonnambuli che manda sms? Questo tipo di sonnambulismo si chiama sleeptexting. E così, nell’era digitale, anche il sonnambulismo si “aggiorna”. Ci sarebbe dunque chi invia sms durante il sonno. Maggiormente colpiti da questo genere di sonnambulismo, del tutto inedito, a quanto pare sono i giovani, gli adolescenti, abituati durante la vita quotidiana ad avere sempre il cellulare a portata di mano. Che tipo di sms si mandano durante il sonno?

 Lo sleeptexting, ovvero il sonnambulismo durante il quale si inviano sms, può portare a problemi per chi ne soffre. Infatti queste persone prendono il telefono ed inviano degli sms molto intimi, d’amore, cose che durante il giorno non avrebbero mai rivelato. Tutto ciò perché mentre si dorme è l’inconscio a parlare, e lui non mente mai. Come fare ad evitare lo sleeptexting? Gli esperti raccomandano di spegnere il cellulare almeno mezz’ora prima di andare a dormire, così che il cervello si abitui a farne a meno durante le ore notturne. Inviare sms nel sonno può divenire imbarazzante.

Bisogna considerare che molte persone soffrono di sonnambulismo, il quale può avere conseguenze negative sulla salute, e può diventare pericoloso per chi si aggira di notte mentre in realtà “dorme in piedi”. Ma ora il sonnambulismo si aggiorna, e diventa sleeptexting. A dimostrazione del fatto che ormai, soprattutto i giovani, vivono in simbiosi con il telefono, inviando messaggi. A quanto pare i nuovi sonnambuli non possono fare a meno del cellulare neanche durante il sonno, dando vita a situazioni a dir poco imbarazzanti con chi quegli sms li riceve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.