Pedro Valti dopo il tormentone “per me è la cipolla” dai social attacca Amadeus

E insomma Sanremo non è ancora iniziato, mancano due settimane ma le polemiche non mancano e succede davvero di tutto. Ad esempio poche ore fa sui social è stato pubblicato un video di una persona che ha un legame molto particolare con Amadeus che non ha perso queste occasione per tornare in auge e attaccarlo. Di chi parliamo? Di Pedro Valti. Il nome forse non dirà molto ma per il pubblico dei quiz italiani, Pedro ha scritto una pagina della storia. E’ stato infatti uno dei pochi a far perdere le staffe ad Amadeus e la sua partecipazione a L’eredità, di qualche annetto fa, resterà negli annali della tv. Amadeus si era ritrovato di fronte un concorrente indisciplinato ma aveva saputo gestire quanto accadeva. Non ha potuto però impedire che il tormentone “per me è la cipolla” si tramandasse di generazione in generazione fino ad arrivare ai giorni nostri!

Che cosa vuole Pedro da Amadeus? Cavalcando le polemiche di questi giorni, l’ex concorrente del quiz di Rai 1, pubblica un video molto particolare sui social.

PEDRO “PER ME E’ LA CIPOLLA” TORNA IN AUGE E ATTACCA AMADEUS

Le parole di Pedro sui social:

Amadeus! Cosa mi combini? L’hai fatta grossa eh? Ma ti pare il caso di parlare in questo modo? E noi? Poveri cittadini, utenti Rai che paghiamo il canone? Siamo costretti a subire le tue vaccate! Ma cos’hai nel cervello? La cipolla? Ahiahiahi! Guarda, lo sai cosa ti dico? Lo faccio io un passo indietro. Faccio un passo dietro di te, per darti un calcio nel c**o! Anche dopo quello che m’hai fatto, perché tu sai a cosa mi riferisco… Che cosa mi hai combinato qualche tempo fa, vero? Ma presto lo sapranno tutti! Ci vediamo a Sanremo, ragazzo. Per me è la cipolla”.

Salotti televisivi pronti ad accogliere Pedro e le sue rivelazioni? Vedremo…La cosa puzza un po’ ma del resto in questo momento, tutto fa brodo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.