Fiorello lascia la conferenza commosso pensando ai ragazzi costretti in casa: “Soffro insieme a loro”

Occhi lucidi nascosti da occhiali e mascherina, ma li abbiamo visti tutti questa mattina in conferenza stampa. Fiorello non nega di essere molto provato da quello che sta succedendo negli ultimi mesi, rispondendo alla domanda della giornalista, che chiede come sta vivendo questo periodo da padre. Non si nasconde Fiorello e risponde facendo un passo nel passato, ricordando i tempi in cui per lui la giornata a scuola era il perno di una esistenza da giovane. Fiorello ricorda il momento in cui aspettava la ricreazione, il cinema al pomeriggio dopo la scuola, la ragazza da vedere nelle pause tra una lezione e l’altra. Tutto quello che sua figlia, come tutti gli altri ragazzi, stanno vivendo.

Fiorello commosso in conferenza stampa pensando ai giovani

Rispondendo quindi alla domanda della giornalista in conferenza stampa, Fiorello ha commentato: “Male. Ho una figlia adolescente ed è nell’età più importante della nostra vita e si stanno perdendo delle cose che non tornano. Mi fa dolore perché si stanno abituando”. Fiorello commenta dicendo che ormai questi ragazzi passano ore e ore davanti al computer per fare scuola ma non solo. Non sono più abituati a uscire per cui anche quelle rare volte in cui si può andare fuori, i genitori hanno persino paura che possa succedere qualcosa. “Le ricordo anche che ci sono i semafori, quando si può attraversare la strada” ha detto Fiorello. Sono le parole di un padre che soffre vedendo come la vita di una figlia sia diversa, sia caratterizzata dal dramma che si sta vivendo. Ma chiaramente nelle parole di Fiorello non c’è polemica, è il mondo in cui viviamo che richiede purtroppo tutto questo. La pandemia ci ha cambiati e ha cambiato tutto.

Commosso anche Amadeus che sottolinea come in un anno abbia visto solo una settimana sua figlia che vive in Spagna e quanta sofferenza ci sia anche in Josè che vive da figlio unico questo momento drammatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.