Giorgio Armani operato dopo un incidente: “Sono caduto di faccia”

E’ Giorgio Armani a raccontare dell’incidente, dell’operazione a causa della caduta. Girava voce che lo stilista fosse ricoverato in ospedale e lui conferma tutto, ha raccontato tutto alla conclusione dello show a palazzo Orsini, la sfilata organizzata a Milano in occasione della Fashion Week Moda Uomo. Un delicato intervento chirurgico che Giorgio Armani spiega dopo la sua apparizione in passerella. E’ con Leo dell’Orco, il suo storico collaboratore, qualcuno nota l’incertezza nel passo, niente di strano dopo la caduta, l’operazione, il ricovero, il riposo a casa. Lo stilista ha confidato che un mese fa ha avuto un incidente, ha spiegato cosa è accaduto, era in strada. 

GIORGIO ARMANI OPERATO ALLA SPALLA PER UNA CADUTA

In occasione dell’apertura dei cinema non ha perso tempo, era forte il desiderio di andare a vedere un film: “Ma uscendo incontro sulla scala due buzzurri, uno voleva farsi notare e l’altro vendermi dei libri. Erano seduti, io sono passato non ho trovato il gradino e sono caduto di faccia. E ho ottenuto questo risultato”. Per confermare tutto e spegnere le voci su altro Armani ha mostrato la cicatrice che va dalla spalla sinistra fino all’avambraccio, sono i segni dell’operazione.

“Mi sono rotto l’omero in più punti e me ne hanno dovuto dare diciassette per ricucire tutto. Però volevo esserci per questa sfilata e anche per quella prossima a Parigi. E quindi avete notato qualche piccola incertezza nel mio deambulare ecco spiegato il motivo. Era solo quello” ecco spiegato tutto, il ricovero, ben 15 giorni in ospedale più il riposo che ha dovuto osservare a casa a seguito dell’intervento. Adesso è tutto chiaro, le voci si spengono e si accendono i riflettori sulla moda che torna a splendere dopo un periodo difficile per tutti. Per Giorgio Armani non era iniziata nel modo migliore ma ormai è passata. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.