Squadra antimafia 5 anticipazioni, il figlio di Rosy vivo e salvato da una vecchia conoscenza

Le anticipazioni di Squadra antimafia 5 oggi dedicate interamente a un mistero: il piccolo Leonardino, il figlio di Rosy Abate è morto davvero? E’ stato ucciso nella sparatoria che abbiamo visto in onda nella quinta puntata? E’ ancora vivo? Possiamo sperare di rivederlo in questa stagione. Abbiamo forse le risposte alle domande che i fans di Squadra antimafia 5 si stanno ponendo anche grazie alle riprese per la sesta stagione della fiction già girata in quel di Catania. Buona lettura!

Squadra antimafia 5 anticipazioni: il piccolo Leonardo è ancora vivo

Ebbene si, il figlio di Rosy Abate non è morto anche perchè si sa, i bambini muoiono raramente in serie tv di questo genere, anche in quelle più violente e Squadra antimafia non lo è. A quanto pare il piccolo, come vi avevamo già detto, sta bene, nelle mani di Achille Ferro o forse custodito dalla Veronica Colombo che è stata vista in faccia dal bambino e che quindi non può permettersi il lusso che torni in libertà. Pare che il piccolo Leonardino sia stato visto nelle riprese di Squadra antimafia 6 sempre in quel di Catania.

Non è tutto, sembra che per ridare la libertà al bambino sia tornato nella serie uno storico personaggio di cui fino a questo momento abbiamo sentito la mancanza. Parliamo come potrete immaginare di De Silva. Sembra infatti che sarà proprio l’ex agente dei servizi a ridare il piccolo alla sua mamma disperata perchè lo crede morto. Per vedere tutto questo però potremmo dover aspettare la sesta stagione, di questo non possiamo ancora rendervi conto.

Vi invitiamo a continuare a seguirci, con le nostre anticipazioni sveleremo con voi e per voi tutti i dettagli sulle prossime puntate della fiction di Canale 5. Intanto vi ricordiamo che Squadra antimafia ci aspetta con la settima puntata il 28 ottobre 2013.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.