Filippo nardi crede di aver avuto il coronavirus: “Niente tampone, mi hanno ignorato”


In questi giorni arrivano, una dietro l’altra, storie dalla Lombardia e non solo. Nella maggior parte dei casi a parlare sono persone che pensano di aver avuto il coronavirus e, in un modo o nell’altro, spesso anche restando a casa senza ricevere nessun genere di cura, lo hanno sconfitto in quanto la situazione non si è fatta particolarmente grave. Tra queste persone anche Filippo Nardi che in una intervista per il sito BollicineVip, racconta quello che è successo circa un mese fa quando ha iniziato ad avere i primi sintomi del COVID19. “Tutto è iniziato lo scorso 10 Marzo con dei forti dolori alle articolazioni ai quali è seguita poi una febbre molto alta. Per circa 7 giorni ho avuto la temperatura che oscillava dai 38,5 ai 39” ha dichiarato il tutor di Detto Fatto. Nardi ha poi spiegato di aver contattato i numeri di emergenza per spiegare la sua situazione, di aver chiesto cosa dovesse fare, se non sarebbe stato il caso di fare il tampone. Nessuno però ha pensato che fosse necessario quindi il tampone non lo ha mai fatto.

FILIPPO NARDI: “TEMO DI AVER AVUTO IL CORONAVIRUS”

Filippi spiega che non aveva il mal di gola si, non aveva la tosse ma stava malissimo tanto da arrivare a perdere 5 chili. “Mi trovavo e mi trovo tutt’ora da solo in Brianza dove sto facendo dei lavori ad un appartamento che ho preso per mio figlio che verrà qui a studiare a Settembre. Ero nel pieno del trasloco e quindi mi sono ritrovato bloccato li senza nessuno, mi sono messo in auto quarantena e non sono più potuto tornare a casa mia” ha detto il Nardi che infatti abita a Firenze.

Filippo Nardi spiega che adesso sta meglio ma ha passato più di dieci giorni di inferno. Pensa di aver avuto il COVID19 ma non lo saprà mai visto che nessuno ha fatto il tampone per capire se fosse positivo o meno.

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close