Eliana Michelazzo torna a casa e rassicura tutti: sta meglio ma qualcuno non le crede

Grande preoccupazione nella giornata di ieri per le condizioni di salute di Eliana Michelazzo dopo che l’Adnkrons aveva dato la notizia del suo ricovero con urgenza in ospedale. La manager ieri è rientrata a casa e ha spiegato quanto successo: pensava di stare meglio ma invece questo virus insidioso ti condiziona la vita. Bisogna forse provarlo sulla propria pelle per capire come da un’ora all’altra tutto può cambiare. Eliana ieri si è sentita male, racconta di aver avuto nel sangue nella gola. Si è spaventata ed è quindi andata subito in ospedale in ambulanza. Nel corso della giornata le sue condizioni sono migliorate. Purtroppo quello che le è successo è una conseguenza del coronavirus, deve solo continuare a seguire la cura, non c’è altro da fare. “Vi scrivo per tranquillizzarvi, sono appena rientrata a casa” ha scritto Eliana che ha ringraziato tutte le persone che l’hanno inondata di messaggi. “Non vi nego che stamattina mi sono presa un bello spavento” ha continuato la manager.

ELIANA MICHELAZZO TORNA A CASA STA MEGLIO

La Michelazzo ha promesso che avrebbe risposto a tutti i messaggi ricevuti vista l’ondata di calore e di affetto che l’ha travolta. “Nel caso questi sintomi si ripresentassero, posso chiamare il Gemelli che provvederà alla mia salute” ha continuato la Michelazzo.

Per il momento quindi le condizioni di salute di Eliana sono migliorate, e ci auguriamo che non peggiorino e non abbia più bisogno di un ricovero ospedaliero. Sicuramente la Michelazzo nelle ore successive è stata meglio, lo ha dimostrato tornando a usare i social, per ringraziare tutte le persone che le sono state accanto in questo momento così difficile.

Eliana inoltre ha condiviso anche le storie della sua amica Veronica Satti, che rispondeva a chi non credeva ieri che la Michelazzo stesse davvero in ospedale. Difficile pensare che si possa fingere di stare male in un momento come questo, avendo una malattia del genere. Ma purtroppo Eliana paga anche per un passato fatto di bugie e oggi, qualcuno, continua a non crederle.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.