Sonia Bruganelli e Adriana Volpe in guerra ancora prima che il GF VIP 6 inizi?

Avremmo potuto dire c’eravamo tanto amate…Ma a quanto pare in questo caso, l’amore non è mai sbocciato. Di chi parliamo? Di Adriana Volpe e Sonia Bruganelli che tra meno di 15 giorni saranno insieme nella prima serata di Canale 5 al fianco di Alfonso Signorini per la sesta edizione del Grande Fratello VIP. Già la rivista diretta da Signorini, aveva anticipato che le due non fossero molto “amiche”, se così possiamo dire…Oggi sul sito Davide Maggio, si legge che le due non vanno proprio d’accordo e che ci sarebbe stato già anche un primo litigio nel corso di un servizio fotografico. Sul sito del sempre informatissimo giornalista Davide Maggio, si legge addirittura che negli ambienti, c’è già chi ha scommesso che le due signore dureranno ben poco insieme…Sarà vero?

E’ già guerra tra Sonia Bruganelli e Adriana Volpe prima del GF VIP 6?

L’indiscrezione lanciata dal Davide Maggio:

Dopo le battutine sui social, la frattura tra le “grandi sorellastre” si è acuita durante i primi servizi fotografici. In ultimo, la copertina di Sorrisi con il conduttore Alfonso Signorini: c’è poco da fare, Sonia, che furba non lo è di cognome ma di fatto, non sopporta la Volpe.

E ancora:

Ci sarebbero motivi epidermici ma anche la volontà della signora Bruganelli di evitare ogni confronto – fisico soprattutto – con the body Adriana Volpe. Il problema principale è la lunghezza delle gambe della collega.

Ma sarà vero? La moglie di Paolo Bonolis non ha di certo peli sulla lingua e chissà, magari nelle prossime ore potrebbe persino commentare questa indiscrezione, cosa che al momento non ha fatto. Nessuna parola neppure da parte di Adriana Volpe che invece sui social si è detta carica e pronta per iniziare questa nuova avventura dopo aver detto addio a Tv8 e una trasmissione flop che probabilmente nessuno ricorderà.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.