Che spavento per Chiara Ferragni preoccupata per la sua Matilda

Momenti di paura per Chiara Ferragni che adesso incrocia le dita per la sua cagnolina Matilda
Chiara Ferragni cagnolina

Chiara Ferragni incrocia le dita, dopo la gran paura per la sua cagnolina Matilda spera che tutto sia passato e che stia bene. Chiara Ferragni e Fedez hanno vissuto un gran spavento, un momento di panico per tutta la famiglia, lo racconta lei tra le storie di Instagram. Matilda ha 12 anni, è la cagnolina che ovviamente tutta la famiglia adora ma è l’influencer la più legata. La Ferragni ha informato i suoi follower solo quando si è tranquillizzata e ha spiegato che adesso è contentissima, che sono tutti contenti dopo lo spavento. Deve essere accaduto qualcosa di spiacevole alla bulldog francese. “Ci siamo presi un bello spavento per Mati” ma adesso Chiara ha il sorriso stampato sul volto, è serena, la sua dolce cagnolina si è ripresa, sta bene.

Cosa è successo alla cagnolina di Chiara Ferragni?

“Sono contentissima, ma ci siamo presi un bello spavento con Mati, ma adesso sembra essere tutto sotto controllo, speriamo bene” nessun dettaglio sul cosa sia accaduto a Matilda. La cagnolina è con l’influencer digitale da ben prima che diventasse famosa, prima che la sua carriera pendesse il volo.

Mati ha avuto un tumore, due anni fa ha sconfitto la malattia ed è diventata la guerriera di casa. Un cane rende tutti più felici in famiglia e Chiara e Fedez questo lo sanno bene. La Ferragni è grata del tempo che riesce a stare con la sua cagnolina, della gioia che regala ai suoi bambini, alla famiglia. Sa che un giorno dovrà separarsi da lei ma come tutti spera che la sua cagnolina viva il più a lungo possibile e che soprattutto viva bene.

L’amore per gli animali, per i cani, non è una cosa che tutti comprendono. Il 21 luglio scorso Mati ha compiuto 12 anni, festeggiata dai Ferragnez che inevitabilmente pensano ad un futuro senza di lei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.