Alex Belli e Delia Duran si affidano alla fecondazione assistita

Alex Belli e delia

Alex Belli e Delia Duran avevano già annunciato di volere un figlio e adesso sembrano intenzionati a ricorrere alla fecondazione assistita. Entrambi desiderano diventare genitori e mentre in molti continuano a criticare la loro idea di coppia, di famiglia, Alex e Delia raccontano tutto alla rivista Chi. Hanno monopolizzato gran parte del GF Vip, hanno finto o sono stati loro stessi, ma proseguono portando avanti la loro coppia libera, l’amore libero. Sono tornati dalla vacanza a Santo Domingo e adesso Alex Belli e Delia Duran pensano al figlio che potranno forse avere grazie alla fecondazione assistita ma non dimenticano che c’è chi non ha compreso il loro amore.

Alex Belli e Delia Duran sposati solo idealmente

Tra loro non c’è un matrimonio valido ma solo uno scambio di promesse avvenuto lo scorso giugno. In realtà Belli deve ancora divorziare dall’ex moglie Katarina Raniakova.

Alla rivista Chi hanno dichiarato: “Noi siamo la nostra normalità e adesso vogliamo un figlio”. Prima di arrivare a questo hanno dato vita allo spettacolo a cui hanno assistito i telespettatori del reality show. “Al GF Vip il concetto di famiglia, inteso come il nostro senso di libertà, non è stato rispettato. Soprattutto da Adriana Volpe che lo ha calpestato. Stiamo ancora combattendo per diritti negati: io non posso sposarmi in piena libertà, con le promesse e la felicità dettati da come diavolo ci pare. Noi siamo una coppia aperta? Quindi? Noi siamo una coppia diversa dalle altre… ma solo per gli altri! E poi diverso che cosa vuol dire? Nulla. Mi fa sorridere chi fa battaglie e poi usa la parola ‘diverso’ in modo ottuso per inquadrare le esistenze altrui”.

Anche per Delia non c’è bisogno di dare spiegazioni, tra loro sono limpidi e se a qualcuno dà fastidio non è affare loro. Cambierà qualcosa se diventeranno genitori?

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.