Lorella Boccia distrutta dalle notti insonni: il suo sfogo con i follower

Dopo 18 notti di risvegli continui Lorella Boccia è distrutta, la figlia non dorme e adesso sono in vacanza in Kenya
lorella boccia figlia


Sono le 4 del mattino e Lorella Boccia ancora una volta non dorme, un’altra notte insonne perché la figlia resta sveglia. Dopo 18 nottate consecutive la ballerina e conduttrice si sfoga sui social, sa che la capiranno e sa anche quanto è importante parlarne per aiutare se stesse e le altre mamme. Lorella Boccia e Niccolò Presta sono in vacanza con la loro piccola Luce Althea, hanno scelto il Kenia, un viaggio particolare nonostante la bimba sia ancora molto piccola. Il fastidio ai dentini non fa dormire la figlia e le mamme possono capire le difficoltà del periodo. Spesso lo comprendono anche i papà e infatti Niccolò Presta fa di tutto per aiutarla, non dormono entrambi. Di giorno non ci sono grossi problemi ma di notte è davvero difficile.

Lorella Boccia: “Certe notti sono più dure di altre”

“Certe notti sono più dure di altre e forse sono i nuovi dentini che le danno più fastidio del solito. Ormai passeggiamo da due ore e mezza, lancia il dudu a terra ogni cinque minuti e si aggrappa ai capelli come fossero tende. Certe notti è veramente frustrante e snervante” scrive Lorella Boccia spiegando che il marito è sveglio ma bloccato a letto con la schiena. “E allora un bel respiro e proviamo a tranquillizzarci con la ninna nanna, coccole e carezze. Forse ci siamo quindi corro a letto”. 

Poi un’altra nottata: “Un’altra nottata così… Direi che dopo 18 giorni consecutivi di risvegli notturni mi merito un bel pianterello…” si sfoga Lorella che poi racconta che la figlia è con il papà che passeggia, lei ha bisogno di rilassarsi un attimo, è stanchissima. Poi il sonno e la calma sono arrivati, è il momento finalmente di andare a letto. Il giorno dopo nuove escursioni in Kenya, tutto è sereno, sperando che la prossima notte sarà più tranquilla per tutti. Intanto, la Boccia ringrazia tutti, hanno compreso il suo sfogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.